Vi siete mai chiesti come si mettono i mattoni per strada? Quando camminate o guidate su un via fatta di mattonni ben incastrati, che siano a spina di pesce o a scacchiera, in fila o sfalsati, spesso non si presta attenzione né si riflette sul grande lavoro che si nasconde dietro la posa di una pavimentazione stradale. Qualcuno che è capitato durante le ore notturne in strade dove si trovavano uomini a lavoro avrà visto sommariamente cosa comporta la posa di mattoni per pavimentare una strada: è un lavoro ad alta intensità di manodopera e di tempo che per le amministrazioni pubbliche e le imprese private è sempre un grande fardello. Ma da oggi arriva un macchinario rivoluzionario: si chiama Tiger-Stone ed è la prima macchina che stende i mattoni come un rotolo di carta.

Pavimentare meccanicamente e in una sola volta in modo perfetto: ecco la rivoluzione introdotta da Tiger-Stone. Per secoli le strade si sono pavimentate con i mattoni perché il mattone è facile da reperire e riutilizzare, e a differenza del cemento, sono facilmente riparabili o sostituibili. I mattoni assorbono bene l'acqua e resistono al congelamento; inoltre, specialmente con le nuove tecniche di posa, contribuiscono a migliorare l'efficacia delle falde acquifere. Ma la messa in posa di una pavimentazione in mattoni comporta una grande fatica e un dispendio di tempo ed energia umana non trascurabile. Da oggi grazie a Tiger Stone si possono cogliere tutti gli aspetti positivi di una pavimentazione di mattoni senza doverne affrontare le negatività.

Tiger-Stone è incredibilmente semplice da usare: chiunque può riuscire nel pavimentare una strada entro cinque minuti. Tiger-Stone consente di pavimentare 400 metri quadrati in un solo giorno. L'innovativa macchina ha una dimensione di sei metri che corrisponde all'apertura da cui scivolano via i mattoni per le strade. Tiger-Stone può perfezionare un'intera strada, compresi i bordi, in una sola volta. Il risultato finale è che le pietre vengono immediatamente inserite ed incastrate ermeticamente tra i paracarri. Una volta finita l'operazione, non c'è spreco né detriti sulla strada. Tiger-Stone è infatti costituita da un raccoglitore obliquo dove un piccolo carrello elevatore telescopico introduce i mattoni; da qui degli operai sistemano i mattoni in una guida predefinita della macchina che, premuto un bottone elettrico, per la gravità, fa srotolare i mattoni, perfettamente già ad incastro, su un letto di sabbia. "Il percorso della Tiger-Stone viene determinato con l'ausilio di un sensore che segue le fasce di fissaggio", si legge sul sito, dell'azienda "Il risultato è un percorso chiuso diritto, che non necessita di ulteriore finitura del bordo". Tiger Stone è una macchina che non scoraggia l'occupazione umana ma semplicemente facilita il lavoro della manodopera introducendo una vera e propria rivoluzione in strada.