Dal 13 gennaio 2016 il Gruppo Telecom Italia cambia: Telecom Italia e Tim si fondono in un unico brand che si adatta maggiormente alle esigenze di un futuro più connesso e veloce mantenendo "la solidità tecnologica di Telecom Italia e la visione dinamica e innovatrice di TIM". Come nuovo brand TIM rinnova la sua identità a partire dal logo per finire alla nuova sede nelle Torri Ligini dell'EUR di Roma. "Evolversi significa migliorare per essere in grado di rispondere a nuove sfide. Per accogliere il futuro e farne parte TIM si rinnova anche nel marchio", si legge sul sito TIM. Il primo segno del cambiamento è proprio il nuovo marchio rappresentato dal logo progettato da Interbrand, che fonda il trigramma rosso di Telecom Italia, stilizzato, con l’intenso blu del marchio TIM in un'unico logo completato da una T che unisce questi due mondi ormai integrati. "Fin dalla sua nascita, oltre 20 anni fa, il suo logo è stato un segno di modernità e dinamismo: una promessa di progetti e di orizzonti nuovi. Oggi continua a essere simbolo di cambiamento, fondendo le competenze di due realtà…La sintesi di una grande eredità e di un deciso orientamento al domani. Nasce così un’icona semplice e immediata: evoluta, per tempi evoluti". Ed è proprio questo nuovo logo in realtà ad aver attirato particolarmente l'attenzione, forse più della fusione di Telecom e Tim che con 40 milioni di clienti, tra fisso e mobile, inevitabilmente hanno i riflettori puntati.

Il nuovo logo TIM sembra proprio non piacere a nessuno: simbolo della nuova identità aziendale del Gruppo Telecom Italia, il marchio conserva i colori rosso, blu e bianco del vecchio logo Tim, spariscono le onde grafiche testimoni del segnale analogico per far posto a cinque rettangoli rossi di diverse lunghezze che al negativo creano la lettera T. Ed è proprio questa forma di T ad aver suscitato molte polemiche: alcuni la paragonano al logo di Emergency nel suo essere semplice ed essenziale; altri hanno scoperto l'innegabile somiglianza, se non copia, con il logo dell'applicazione iCal Widget, che serve a gestire le timeline, in cui c'è la stessa T al negativo però con i rettangoli bianchi, un po' più stretti, su fondo blu. C'è poi chi è riuscito anche ad individuare in questa forma di T del nuovo logo TIM un simbolo ching che significa "montagna": forse è un messaggio subliminale di future mire su mercati orientali del Gruppo Telecom Italia? Fatto sta che il nuovo logo di una delle aziende più importanti e potenti d'Italia, che punta ad una copertura del 75% di fibra e del 95% di LTE per il 2017, poteva cercare una rappresentazione almeno più originale, se non più bella, dovendo costituire il meglio di Tim e Telecom.