Il Giappone ci ha sempre abituato a varie stranezze. Tutte le manie più bizzarre si può dire che vengono dal paese del Sol Levante. Tokyo è sicuramente una delle megalopoli più moderne e attenta a tutto ciò che c'è di nuovo in giro. In città ad esempio ci sono i due quartieri di Harajuku e Shibuya dove gruppi di ragazze, soprannominate proprio con i nomi dei quartieri, girano con addosso tutte le ultime tendenze e spesso sono stesso loro a lanciarne di nuove e renderle internazionali grazie al lavoro dei fotografi. Akihabara invece è il quartiere di Tokyo dove si può trovare tutto ciò che c'è di più innovativo e tecnologico non solo in città ma al mondo; perché il Giappone non è un raccoglitore di tendenze che riguardano solo la moda ma anche la tecnologia. Dal Giappone arrivano infatti i gadget più assurdi e divertenti, i-tech ed innovativi: l'ultimo di questi si chiama Un-burera ed è un ombrello che difficilmente avrete visto in giro.

È l'ultima mania che spopola in Giappone: un-burera è un bizzarro ombrello che riporta nella parte esterna il volto di una ragazza stile manga, nella parte interna della calotta le sue gambe con ben in vista le mutandine. Un-burera è proprio un gioco di parole tra "mutande" ed "ombrello" e asseconda proprio una moda, diffusa in Giappone, soprattutto tra gli uomini, che riguarda le ragazze vestite da manga o collegiali. Alcuni troveranno il prodotto di cattivo gusto, i più puritani storceranno il naso e molte donne grideranno al maschilismo, per altre è un ennesimo oggetto che asseconda la pedofilia o incita alla violenza sulle donne, ma non è questo il luogo adatto a giudicare. Un-burera risponde sicuramente ad un desiderio e una mania che in Giappone trova sempre più diffusione e che fortunatamente supera i confini del paese come prodotto bizzarro e divertente.