Immaginate di ottenere energia gratuitamente dalle vostre pareti di casa, senza fare assolutamente nulla, restando comodamente sul vostro divano o addirittura dormendo nel vostro confortevole letto. È quello che succede se si utilizza per le proprie parete esterne la nuova vernice solare creata dai ricercatori della RMIT University. Il rivoluzionario prodotto riesce ad assorbire il vapore acqueo e trasformarlo in ossigeno che è la fonte più pulita di energia. La scoperta dei ricercatori è stata recentemente pubblicata in Science Daily; il Dr. Torben Daeneke ha spiegato: “Abbiamo scoperto che miscelare il composto di particelle di ossido di titanio porta ad una vernice di assorbimento della luce che produce idrogeno da energia solare e aria umida”.

Simile al gel di silice per la capacità di assorbimento, la vernice solare si differenzia dal comune contenuto usato nelle bustine che assorbono l'umidità nel cibo, nell'elettronica e nella medicina, perché si comporta come un semiconduttore: il materiale usato per la vernice ha infatti la particolarità di scindere gli atomi d'acqua in idrogeno e ossigeno. Secondo il prof Kourosh Kalántar-Zadeh, anche lui tra i ricercatori della RMIT University, l'idrogeno è la fonte più pulita di energia sul pianeta e può essere sfruttata in celle a combustibile, oltre che nei motori a combustione convenzionali, per produrre energia.

Non serve usare acqua pulita o filtrata per attivare la vernice, il composto solare agisce su qualsiasi superficie che abbia vapore acqueo nell'aria; anche aree remote lontane dall'acqua possono produrre energia. La vernice solare può essere usata anche in climi molto asciutti ma caldi vicino agli oceani Inoltre l'ossido di titanio che viene usato nella nuova vernice solare è in realtà già un materiale impiegato per le pitture, questo significa che tutte le pareti, aggiungendo l'elemento individuato dai ricercatori della RMIT University, possono produrre energia. È straordinario che si riesca a produrre energia sfruttando solo il sole e il vapore acqueo nell'aria.