Addio ai cimiteri: dopo la morte si potrà essere tutti alberi. Altro che reincarnazione: da esseri umani sulla Terra, nell'aldilà potremmo essere tutti esseri vegetali. É la rivoluzionaria idea di Martin Azua: creare un'urna che permette di ritornare alla vita dopo la morte, ma sotto forma di pianta. L'oggetto realizzato si chiama Urna Bios.

Che cos'è Urna Bios?

Urna Bios è un'urna funeraria realizzata in noce di cocco, torba compattata e cellulosa (materiali biodegradabili), che trasformerà le ceneri del defunto in un albero dopo la morte. Dentro l'urna c'è un seme di pino, che può essere sostituito da qualsiasi altra sementa o pianta, che crescerà per ricordare la persona amata in un modo unico. Si può dunque anche scegliere che tipo di albero si desidera essere dopo la morte. Bios Urn trasforma la morte in un ritorno alla vita attraverso la natura.

Come funziona Urna Bios?

La parte superiore dell'Urna Bios è stata appositamente progettata per permettere al seme di germogliare. Prima di seppellire l'urna, sarà necessario miscelare i componenti con un po' di terreno su cui si desidera far crescere l'albero. Grazie alla sua struttura, Bios Urna mantiene il seme separato dalle ceneri. L'albero cresce nel vano superiore, fino a quando l'urna si inizia a degradare. Dopo questo tempo l'intero set diventa parte del sottosuolo e fertilizzante per l'albero.

Nella ‘Favola d'Amore' di Hermann Hesse il giovane Piktor decide di assaporare la felicità trasformandosi in un albero. Non sapremo mai se l'Urna di Azua garantirà felicità eterna ma sicuramente renderà i cimiteri luoghi più poetici.