Progettato per una coppia e il loro figlio appena nato, l'obiettivo di ‘Poliedro Abitabile' dell'architetto Manuel Villa è quello di creare uno spazio separato dall'ambiente domestico per attività di svago come la lettura. Realizzata nel cortile di casa della giovane coppia a Bogotà, la mini-villa funge da ponte per riconnettersi con la natura e il paesaggio circostante.

Photo Manuel Villain foto: Photo Manuel Villa

Le sfaccettature e l'algoritmo della struttura sono stati determinati dopo un certo numero di modelli di studio, e la forma definitiva è stata scelta per la sua versatilità, adattabilità e originalità. Il risultato è un poliedro regolare, un "Cubo-ottaedro", trasformato in uno spazio abitabile, un volume a sé stante con una delle sue facce aperta verso l'ambiente circostante, e piccole finestre sui lati e nella parte superiore che inonda di luce naturale lo spazio interno e garantisce condizioni di circolazione dell'aria ottimale. All'interno, lo spazio è organizzato con un'area di disegno su una scrivania e un angolo per il relax.

Photo Manuel Villain foto: Photo Manuel Villa
Photo Manuel Villain foto: Photo Manuel Villa

Essendo una struttura leggera, è in grado di dare una sensazione di protezione e riparo, e al tempo stesso consentire diverse attività al suo interno, specialmente quelle che hanno a che fare con la percezione e comprensione dello spazio.

Il progetto è ispirato alla percezione delle forme che elaborano i bambini nei loro primi anni di vita. Le forme di base delle cose e le loro differenze sono elementi chiave per lo sviluppo delle conoscenze, ed in particolare per l'acquisizione di capacità di lettura e concetti geometrici di base.