Vivere sul mare, conquistare gli oceani può sembrare un'immagine da film di fantascienza ma in un futuro non così lontano potrebbe essere una realtà sotto gli occhi di tutti: è lo scenario emerso dalla 23esima edizione del Dubai international Boat show, una delle manifestazioni nautiche più importanti al mondo, dove si rivelano quelle che saranno le future tendenze per le barche e il settore nautico in generale. Il futuro sembra proprio sia in acqua, da ciò che emerso dall'evento: un sempre maggior numero di progetti per case, isole e città galleggianti vengono presentati ed impegnano gli studi di architettura e design. Dubai è pioniera sull'argomento: fino ad oggi nessuno aveva osato immaginare un futuro simile. L'emirato arabo continua a stupire con progetti sempre più avveniristici: l'ultimo presentato che presto vedremo sorgere a largo del Golfo Persico si chiama Floating Seahorse Villas e consiste in un gruppo di case galleggianti.

Dimenticate le vecchie case galleggianti come rimorchi sull'acqua, il futuro delle houseboat si chiamano Floating Seahorse e sono ville di lusso stile James Bond. Niente a che vedere con le solite houseboat a cui siamo abituati: nessuna vecchia barca adattata ad abitazioni, o residenze che sembrano rimorchi. Le Floating Seahorse sono ville di lusso che non hanno nulla mancante rispetto a delle moderne ville con terrazze, giardini e anche camere subacque da mille e una notte. Vivere in una di queste case galleggiante non è un futuro ancestrale da cui rifugire ma un sogno che può essere reale. Su tre livelli, camera da letto completamente sott'acqua, oltre ad un soggiorno open space, cucina e sala da pranzo a livello del mare, bar e vasca idromassaggio con fondo di vetro, sono solo alcune delle caratteristiche di queste incredibili case sull'acqua. Le Floating Seahorse sono solo un esempio del futuro di case galleggianti proposte, ecco le altre