Si è spenta oggi all'età di 65 anni Zaha Hadid. Sconvolge il mondo dell'architettura l'improvvisa perdita di una delle firme più conosciute del design internazionale, colpita da un attacco cardiaco il 31 marzo 2016. Nata a Bagdad il 31 ottobre 1950, Zaha Hadid era in cura presso un ospedale di Miami per una bronchite. L’account di Twitter di BBC ha diffuso la notizia della sua morte, uno dei più noti architetti a livello internazionale.

Zaha Hadid è stata la prima donna a vincere il Premio Pritzker nel 2004. Quest'anno aveva ricevuto la medaglia d'oro del Royal Institute of British Architects come riconoscimento per il suo lavoro, ed era la prima volta che una donna venisse insignita di tale onorificenza. È stata anche l'unica donna a vincere il Designs of the Year nel 2014. Nel 2010 e 2011 aveva vinto anche il Premio Stirling. Il Forbes l'aveva inserita tra le 200 donne più potenti del mondo al 69° posto e anche il Times l'aveva inclusa tra le 100 personalità più influenti del mondo.

I suoi progetti sono stati commissionati in tutto il mondo: a Roma ha progettato il Museo Maxxi divenuto uno dei musei di arte contemporanea più famosi al mondo, nonché simbolo moderno della città. Di recente aveva consegnato il progetto di uno dei grattacieli di City Life, le cui residenze progettate da Zaha Hadid rappresentano l'ultima frontiera del lusso a Milano. A Salerno è sua la Stazione Marittima di cui si attendeva l'inaugurazione a breve. Anche per la città di Napoli aveva firmato un progetto per la stazione dell'alta velocità Naspoli-Afragola. E poi Londra, Tokyo, Seul. Di recente era stato molto discusso il suo progetto per lo stadio dei Mondiali FIFA 2022 in Qatar per la somiglianza della forma del progetto ad una vagina. Ma nel mondo sono numerosi i lavori attribuiti alla firma di Zaha Hadid che è riuscita sempre a distinguersi per il suo tratto fluido e la sua visione dinamica dell'architettura. Il famoso architetto iracheno è riuscito ad emergere anche nel mondo del design con arredi futuristici e superyacht avveniristici. Una perdita improvvisa e tragica quella di Zaha Hadid che ha scosso tutto il mondo dell'architettura e del design internazionale.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
in foto: OLYMPUS DIGITAL CAMERA