Ormai in tutto il mondo sempre più persone scelgono di usare Airbnb, il portale per farsi ospitare "a casa tua, ovunque nel mondo". Il sito online dove i privati mettono a disposizione la propria casa per periodi più o meno lunghi di locazione, oggi è una vera e propria filosofia. Partito da un business che vide la conclusione del suo primo anno in perdita, Airbnb oggi vanta più di due milioni di appartamenti in affitto ed un valore stimato a 25 miliardi di dollari circa. Fu nel 2007 che Brian Chesky e Joe Gebbia, i fondatori di Airbnb, ebbero l'idea di un sito dove i privati potessero mettere in affitto per brevi periodi la propria abitazione. All'epoca a San Francisco, dove vivevano, la Industrial Design Society of America teneva la sua conferenza annuale e gli alloggi in città di alberghi e B6B erano ormai al completo; così Chesky e Gebbia pensarono di offrire alloggio nel proprio loft a chi fosse interessato alla conferenza; da lì si accese la lampadina e nel 2009 nacque Airbnb. All'inizio sembrava una cosa da pazzi e nessuno si prendeva il rischio di affittare la propria casa a sconosciuti ma oggi Airbnb conta alloggi in oltre 26.000 città in 192 paesi e utenti da in ogni parte del mondo.

Airbnb ha sicuramente cambiato il modo di concepire una vacanza: se un tempo ci si spostava scegliendo l'albergo che meglio assecondasse le nostre esigenze, oggi in un viaggio si cerca di integrarsi nella cultura e nelle abitudini della località da visitare. E quale miglior modo per capire l'essenza di un luogo se non dalla casa di chi in quel luogo ci è nato, cresciuto o ci abita. All'inizio Airbnb attraeva per i prezzi degli alloggi molto inferiori rispetto a quelli di alberghi o b&b nella stessa zona; poi le persone hanno continuato a scegliere Airbnb per le immagini di appartamenti, case, loft, spettacolari dove viene data la possibilità di alloggiare che altrimenti sarebbe impossibile avere. Oggi con Airbnb si può alloggiare in chiese sconsacrate, case sull'albero, tende da indiani, igloo, castelli e persino in fattorie. Sono sempre più numerosi gli alloggi bizzarri disponibili sul famoso portare di affitti online e quelli che vi proponiamo nel nostro articolo sono tra i più insoliti.