È partito il viaggio di BiblioHUB, la biblioteca itinerante che dopo la Sicilia, da Canicattini Bagni (Siracusa) a Bagheria (Palermo), arriverà a Roma il 22 settembre in occasione della settima edizione di Bibliopride, giornata nazionale delle biblioteche, dal tema: moderni modelli di biblioteca per nuovi lettori e nuovi territori. BiblioHUB è una struttura mobile polifunzionale e multimediale di informazioni su cultura, tempo libero e servizi al cittadino, punto di prestito di libri, e-books scaricabili con QR-code, vetrina di bookcrossing, hotspot wi-fi, internet-point, laboratorio ludico-didattico per bambini e luogo d’incontro e di socializzazione. Il culutre-truck toccherà diverse località del Sud Italia, prima di arrivare a Roma. Eventi di intrattenimento e animazione coinvolgeranno il pubblico locale e gli operatori delle biblioteche.

BiblioHUB è di fatto una biblioteca su ruote, che assomiglia ad uno “scrigno” in grado di aprirsi ed espandersi negli spazi urbani, anche i più periferici, per creare un luogo di aggregazione, una biblioteca aperta a tutti. BiblioHUB è un laboratorio multidisciplinare che vuole avvicinare i cittadini alla ricca offerta culturale e di servizi di una biblioteca ma fornire anche uno spazio di co-working e un allestimento per la realtà virtuale. Il truck si apre nel lato frontale con uno sportello che crea una pedana di ingresso alla struttura. Lateralmente la strutturasi espande consentendo un uso molteplice dello spazio per la comunità.

Proprietaria del truck è AIB (Associazione Italiana Biblioteche) con partner CSBNO (Culture Socialità Biblioteche Network Operativo), azienda speciale che da vent’anni coordina servizi e attività tra e per le biblioteche: “Il disegno di questo progetto è perfettamente in linea con il rinnovamento del ruolo della biblioteca e con l'idea di un servizio diffuso, che agisce fuori da spazi e canali tradizionali e che coinvolge imprese, quartieri e frazioni, negozi e scuole. Temi che CSBNO ha abbracciato e promuove ormai su scala nazionale. Siamo convinti che questo possa attivare anche a livello locale un circolo virtuoso che porti il pubblico a conoscere la biblioteca ma soprattutto a frequentarla e a viverla appieno.", commenta Gianni Stefanini, Direttore Generale di CSBNO, "Anche gli utenti delle biblioteche di CSBNO sono stati parte attiva di questo ambizioso progetto. Per la precisione sono 6.598 i cittadini dei 32 comuni compartecipati da CSBNO, che l'anno scorso sottoscrivendo la tessera +TECA hanno sostenuto non solo la propria biblioteca ma hanno contribuito alla realizzazione del BiblioHUB: parte del costo di ogni sottoscrizione è stata infatti destinata al progetto.”