L'artista francese Julien de Casabianca porta i dipinti fuori dai musei nelle strade delle città. È dal 2014 che ha lanciato il progetto "Outings" che prevede la replica di alcune famose opere classiche sulle facciate dei palazzi delle città. Julien de Casabianca viene invitato dai musei di tutto il mondo a realizzare i suoi enormi murales e la sua ultima installazione è un murale di sette piani di una malinconica ragazza tratta dal dipinto neoclassico "Au pied de la falaise" di William Adolphe Bouguereau del 1886, preso dal Brooks Museum a Memphis, Stati Uniti d'America.

Il nuovo murale di Julien de Casabianca si ispira a "Au pied de la falaise" di William Adolphe Bouguereau del 1886, che rappresenta una malinconica ragazza in stile neoclassico presente nel Brooks Museum di Memphis, negli USA. Il museo ha invitato l'artista francese a presentare un'installazione monumentale accanto a una mostra e un laboratorio. Come nei precedenti interventi di de Casabianca, il murale è stata realizzata in precedenza e poi incollata su una facciata di una struttura abbandonata all'interno dei terreni dell'istituzione.

Non vogliamo dire alla gente qualcosa che non sa, e non vogliamo che la gente si senta ignorante. Deve solo sentire che [l'opera d'arte] è antica e spostata, deve solo essere toccata dall'emozione, dall'estetica, dall'arte.
Julien de Casabianca

L'opera di Julien de Casabianca si inserisce all'interno dei "Brooks outside", un recente programma curatoriale che vedrà l'artista installare tre grandi murales nella città di Memphis per avvicinare i cittadini all'arte e al patrimonio del museo d'arte Brooks Museum. Julien de Casabianca ha lavorato anche con altri musei come il Museo Cummer di Jacksonville (USA), il museo d'arte di Memphis (USA), il Museo d'arte di Ginevra (svizzera), il museo Ixelles-Brussels e festival di riferimento come Nuart. L'ultima installazione dell'artista francese, che è anche un regista affermato, si può vedere al 62 EH Crump Blvd di Memphis, USA, fino a novembre 2018.