Doveva essere solo un progetto temporaneo durante la Design Week olandese del 2011 ma il ristorante pop up ha avuto così tanto successo che oggi Radio Royaal è uno dei luoghi più di tendenza di Eindhoven e un esempio internazionale di ottima riconversione architettonica. Quella che era la sala macchine (il Machinekamer) della Philips di Eindhoven accoglie uno degli spazi più suggestivi e alla moda della città. Situato nell'ex quartiere industriale di Strijp-S, Niels Wouter, Bart Gardenier e Stella Birsak hanno trasformato la ex centrale elettrica della Philips in un ristorante e spazio commerciale tra i più frequentati in città.

Tra vecchi macchinari e travi arrugginite, si pranza e si cena su sedie e tavoli da mense scolastiche. Il carattere industriale della vecchia sala macchine Philips è stato lasciato invariato. L'arredo scelto, spoglio e minimale, con qualche divano in pelle e foto a tema gastronomico di Rene Mesman, valorizza il carattere industriale della struttura che forniva energia agli stabilimenti Philips presenti nell'area circostante. Le uniche aggiunte sono state l'open kitchen e il server. Niels Wouter, Bart Gardenier e Stella Birsak avevano inizialmente contattato un architetto per il progetto del ristorante pop up ma poi hanno deciso di non servirsi di tale consulenza e lasciare la struttura autentica.

Lo spazio di 1300 metri quadrati di Radio Royaal è suddiviso su due livelli: al piano superiore è collocato il ristorante verso e proprio dove il carattere grezzo dell'ex sito industriale è marcato dalle sue originarie installazioni imponenti, i motori e le pompe in disuso conservate perfettamente; il piano inferiore è caratterizzato da un'ampia area commerciale e da un club di tendenza. La bellezza del luogo sta proprio nell'autenticità della struttura dove sono in bella vita i macchinari industriali, le travi metalliche, il pavimento a scacchi di piastrelle e nel complesso l'estetica industriale dello Strijp-S di Eindhoven.

Strijp-S è una ex zona industriale di Eindhoven. La città olandese ha un passato industriale importante: senza la Philips, Eindhoven oggi probabilmente non sarebbe una città ma ancora un piccolo villaggio. Era il 1892 quando Anton Philips ha iniziato a produrre le prime lampadine. Non volendo Philips dipendere dai fornitori, tutto veniva prodotto a Eindhoven: la prima fabbrica fu aperta nel 1916 a  Strijp-S; da lì poi furono realizzati tutti gli altri stabilimenti annessi al ciclo produttivo fino a raggiungere un'area di 270.000 metri quadrati. Negli anni Settanta circa 10.000 persone lavorano presso gli stabilimenti Philips di Eindhoven. Dopo il trasferimento di gran parte della produzione altrove, l'area di Strijp-S è stata abbandonata. Dal 2000 l'ex area industriale di Eindhoven è interessata da un complesso progetto di riqualificazione che anno reso Strijp-S un quartiere creativo ed innovativo, sede anche del Festival STRO e della Design week olandese. Radio Royaal è un esempio riuscitissimo di questo serio piano di recupero della Strijp-S, che si concluderà nel 2020.