Gli avviatori auto, conosciuti anche come booster e starter auto, sono accessori fondamentali per chi passa molto tempo in macchina per lavoro e ama viaggiare, perché permettono di ricaricare la batteria in qualsiasi momento, senza l'aiuto di qualcuno e senza dover avere a disposizione dei cavi o un'altra auto.

Grazie agli starter per auto, qualsiasi brutta sorpresa improvvisa non sarà un problema.

Cercando gli avviatori auto su Amazon, é facile rendersi conto che scegliere quello compatibile con la batteria della propria automobile non è semplicissimo: bisogna considerare il modello, il tipo di batteria, la potenza del dispositivo e tanti altri aspetti tecnici.

In questa guida vi aiuteremo a capire non solo quali sono i migliori modelli di avviatori auto, ma anche come sfruttare al meglio la loro potenza e la loro tecnologia.

Avviatore di emergenza: cos'è e tipologie

L'avviatore d'auto, come abbiamo già detto, è un dispositivo che permette di riavviare la batteria scarica dell'auto in pochissimi minuti. Esistono diverse tipologie di jump starter per auto; la distinzione principale è quella tra gli avviatori auto portatili e gli avviatori auto a valigetta.

  • gli avviatori auto portatili sono dispositivi di dimensioni compatte, che possono essere trasportati nel cofano o nel vano portaoggetti dell'auto. Nonostante le loro dimensioni, hanno una buona potenza e un'autonomia elevata, che permette di utilizzarli diverse volte prima di doverli ricaricare.
  • gli avviatori auto a valigetta sono più grandi di quelli portatili, ma anche più facili da trasportare, grazie alla maniglia di cui sono dotati. Le loro prestazioni possono essere superiori, ma questo aspetto non dipende dalle loro dimensioni.

I migliori avviatori auto

Per scegliere l'avviatore auto più adatto alle proprie esigenze bisogna avere bene in mente quali sono tutte le alternative possibili. Ma come fare per valutare ogni modello in vendita? Noi abbiamo pensato di darvi una mano facendo per voi una prima scrematura. Qui di seguito trovate dieci modelli di starter auto, scelti tra quelli con le migliori recensioni, quelli con il miglior rapporto qualità/prezzo e quelli approvati e consigliati da chi ne ha già fatto uso.

TackLife T8 Max

TackLife T8 Max è un avviatore di emergenza che lavora ad una potenza di 12 volt e raggiunge un massimo di 1000 ampere. È compatibile sia con i motori a benzina che con quelli a diesel. Le pinze sono realizzate completamente in metallo e rivestite con materiale isolante ed ergonomico. Una carica completa garantisce un'autonomia di 40 ore e 20 ricariche complete di una batteria. La batteria di cui è provvisto il booster è a litio. Si ripone facilmente nel vano portaoggetti. Sono incorporati la torcia e la modalità SOS, per garantire sicurezza e massima visibilità durante l'utilizzo.

Pro: si tratta di un dispositivo che non occupa molto spazio e ha una grande utilità, può essere utilizzato in maniera intuitiva anche da coloro che non sono esperti di motori e temono di fare danni.

Contro: tutti gli utenti che hanno provato questo starter per auto sono soddisfatti del risultato ottenuto e ne consigliano l'acquisto.

Telwin Drive 9000

Telwin Drive 9000 è un avviatore compatto con batteria al litio da 12 volt e con una potenza di 600 ampere. Il dispositivo è di colore rosso ed è in vendita in una pratica custodia con tasca da un lato e zip dall'altro. Può essere utilizzato con auto, moto, camper o imbarcazioni. Può essere facilmente riposto nel vano portaoggetti. È dotato di due uscite usb e nella custodia in dotazione sono compresi i cavi di avviamento, i connettori per i dispositivi mobili, la spina accendisigari e l'alimentatore rete. Grazie alle due luci LED incorporate, può essere utilizzato come lampada di emergenza.

Pro: il marchio Telwin garantisce dispositivi di qualità ad un prezzo conveniente e competitivo. Inoltre, grazie ai numerosi accessori in dotazione, questo avviatore è versatile e può essere utilizzato per ricaricare diversi dispositivi elettronici.

Contro: data la potenza raggiungibile con questo booster, si consiglia di acquistarlo per automobili con un numero di cavalli non troppo eccessivo, in modo che possa garantire il massimo della resa.

Audew Jump

Audew Jump Start è un avviatore di emergenza ad alta prestazione compatibile con veicoli con impianto a 12 volt, benzina o diesel. Può essere utilizzato anche con i camper, i trattori, i tosaerba o le piccole barche. Questo modello è dotato di power bank per ricaricare qualsiasi altro dispositivo elettronico. Grazie alla torcia LED e al segnale luminoso di SOS sarà molto semplice lavorare anche al buio e segnalare la propria presenza in strada agli altri automobilisti. Il dispositivo si ricarica completamente in 5 ore. Nella confezione sono compresi anche i cavi jumper, 1 cavo usb, 1 adattatore per l'accendisigari e 1 borsa per il trasporto.

Pro: il prodotto è provvisto di garanzia valida per 24 mesi. Una sola ricarica garantisce 7 possibilità di utilizzo, rendendo il prodotto molto versatile.

Contro: questo dispositivo ha svolto il suo lavoro con automobili di diversa cilindrata e potenza, quindi tutti gli utenti sono soddisfatti e ne consigliano l'acquisto.

BuTure

BuTure è un avviatore di emergenza che lavora ad una potenza di 2000 ampere ed è pensato per motori a benzina e diesel. È dotato di torcia LED con 4 modalità di illuminazione e di schermo LCD. Se si collega all'accendisigari dell'auto, la batteria può essere ricaricata senza aprire il cofano, in 15 minuti. È provvisto anche di due uscite USB, per caricare due dispositivi elettronici contemporaneamente. I dispositivi di protezione intelligenti proteggono da eventuali cortocircuiti o surriscaldamenti. È possibile attivare anche la funzionalità bussola. Può essere utilizzato anche come power bank.

Pro: grazie alla custodia protettiva, portare il dispositivo con sé senza rischiare di romperlo, è molto semplice. Inoltre, il suo peso non è eccessivo e non occupa molto spazio, si può conservare anche nel portaoggetti.

Contro: tutti coloro che hanno provato questo apparecchio si dicono soddisfatti e non sottolineano la presenza di difetti o mal funzionamenti.

Noco Boost Plus GB40

Lo starter per auto Noco Boost lavora ad una potenza di 1000 ampere e permette di ottenere fino a 20 riavii di motore con una sola ricarica e 6 ore di autonomia. Grazie alle protezioni contro le scintille, i cortocircuiti e le inversioni di polarità e alla modalità SOS, può essere utilizzato in totale sicurezza. Comprende una torcia LED con 7 differenti modalità di illuminazione. La porta USB consente di ricaricare anche tablet, smartphone e notebook. È compatibile con i motori a benzina fino a 6 litri e i motori a diesel fino a 3 litri. Nella confezione è compresa una sacca per il trasporto.

Pro: il dispositivo arriva a carica completa in un'ora e mezza; è possibile metterlo in carica anche in auto, per ricaricarlo mentre si è in viaggio e averlo sempre a portata di mano e pronto all'uso.

Contro: fare attenzione all'accensione; per avviare il processo di ricarica è necessario premere un tasto, mentre si spingono i cavi.

Power Station Starter

Il booster Power Station Starter lavora ad una potenza di 12 volt e raggiunge i 900 ampere. È compatibile con una cilindrata massima di 1600 cavalli. può essere utilizzato non solo per ricaricare una batteria scarica, ma anche gonfiare le gomme che sono a terra. Nella confezione sono compresi l'adattatore per collegare il dispositivo all'accendisigari e 3 augelli per gonfiaggio. Si tratta di un modello con valigetta, facile da trasportare. Può essere utilizzato per ricaricare anche dispositivi di elettronica di altro tipo. Grazie all'illuminazione d'emergenza integrata, può essere utilizzato anche quando è buio.

Pro: il modello a valigetta è facile da trasportare, grazie alla pratica maniglia di cui è dotato. Inoltre, si mantiene stabile facilmente durante l'utilizzo e non si rischia di farlo cadere e provocare danni.

Contro: per essere sicuri che sia completamente carico, si consiglia di lasciarlo inserito anche dopo che la spia rossa si è spenta.

Suaoki U10

Suaoki U10 è un avviatore per auto che lavora ad una potenza di 800 ampere sia con motori a benzina che con motori a diesel ed è provvisto di torcia per lavorare anche al buio. Sul display laterale sono segnati lo stato della batteria e la potenza raggiunta. Può essere utilizzato per caricare anche dispositivi elettronici di altro genere. La torcia può essere impostata con quattro differenti modalità di luce. La pinza è antipolvere e antispruzzo, oltre che protetta per evitare scosse elettriche. L'apparecchio è provvisto anche di bussola, per orientarsi all'aperto, nel caso non si sappia riconoscere il punto in cui si è fermi.

Pro: il dispositivo è ricco di accessori che ne facilitano l'utilizzo e lo rendono maggiormente prestante. Inoltre, è progettato per essere sicuro e per tenere lontano qualsiasi tipo di pericolo.

Contro: molti utenti hanno riscontrato malfunzionamenti nel prodotto, ma il produttore si dichiara disponibile alla sostituzione immediata.

TrekPow G22

TrekPow G22 Jump è uno starter per auto che raggiunge una potenza massima di 1500 ampere ed è compatibile con motori diesel fino a 6,5 litri e benzina fino a 8 litri. Una ricarica completa consente di riavviare una batteria per circa 30 volte, prima di esaurirsi. È dotato di due porte USB e una porta Type C per ricaricare fino a 3 dispositivi alla volta. Grazie al display, è possibile controllare le impostazioni attive e la potenza raggiunta. Oltre al cavo classico, nella confezione è compreso il cavo adatto per collegare l'apparecchio all'accendisigari. La torcia può essere attivata in tre diverse modalità, a seconda delle esigenze.

Pro: si tratta di un prodotto di qualità, in vendita con un ottimo rapporto qualità/prezzo e consigliato fortemente da tutti coloro che ne hanno fatto uso fino a questo momento.

Contro: nessun utente sconsiglia questo prodotto o sottolinea la presenza di difetti.

Utrai

Utrai propone un avviatore d'emergenza da 12 volt che raggiunge una potenza massima di 2000 ampere. Questo modello è compatibile con automobili diesel fino a 7 litri e benzina fino a 8 litri. È munito di due porte USB e una porta Type C, per consentire di ricaricare tre dispositivi contemporaneamente. I valori raggiunti sono segnalati sul display di cui è fornito. Nella confezione è compresa una scatola per conservare e tenere insieme tutti gli accessori dell'apparecchio. Può essere conservato anche nel vano portaoggetti dell'automobile, perché ha dimensioni compatte e occupa poco spazio. È completo di bussola.

Pro: grazie alle porte USB di cui dispone, è possibile ricaricare anche smartphone, tablet o notebook, per poter utilizzare la propria tecnologia al massimo anche durante un viaggio.

Contro: di questo dispositivo ha convinto tutto, anche la confezione. Nessun utente è rimasto insoddisfatto dopo il suo utilizzo.

Yaber

Yaber è uno starter d'emergenza per auto che raggiunge un massimo di 800 ampere. Il rivestimento esterno di questo modello è impermeabile, può essere utilizzato anche sotto la pioggia senza correre alcun rischio. La porta USB consente di collegare e ricaricare anche il cellulare o il pc. I cavi sono antipolvere e rivestiti con materiale isolante, per scongiurare qualsiasi eventuale pericolo. Le luci LED possono essere impostate in quattro modalità diverse: normale, SOS, stroboscopica e lieve. Misura 21,2 x 13,4 x 7,6 centimetri e pesa poco più di mezzo chilo, quindi può essere trasportato e riposto facilmente.

Pro: le diverse modalità in cui è possibile impostare la luce consentono di affrontare qualsiasi situazione avendo il massimo della visibilità.

Contro: gli utenti che hanno provato questo dispositivo ne consigliano l'acquisto e lo reputano un'ottima soluzione per chi non è pratico della risoluzione di problemi automobilistici.

Come si usa un avviatore auto

I booster sono apparecchi che trasmettono al motore la potenza elettrica necessaria per avviarsi e far sì che l'automobile si metta in moto e cammini. Questo è possibile grazie alla batteria ricaricabile di cui sono dotati: in base all'autonomia del dispositivo, sarà possibile ricaricare la macchina uno specifico numero di volte, prima di dover ricaricare l'avviatore stesso. Sarà bene tenerlo a mente, per evitare di rimanerne sprovvisti quando serve.

Il funzionamento degli avviatori a batteria è molto semplice, ma si tratta comunque di un'operazione delicata ed è bene fare attenzione, per evitare di danneggiare la batteria della macchina e metterla completamente fuori uso.

L'avviatore deve essere collegato direttamente alla batteria dell'auto, che si trova nel cofano anteriore. La prima cosa da fare, dunque, è sollevare il cofano e fissarlo, per poter lavorare a mani libere. Poi, bisogna agganciare i cavi; prima di collegarli, è bene assicurarsi che il quadro della macchina sia completamente spento e che nulla sia in funzione. La pinza rossa deve essere attaccata al polo positivo, quella nera deve essere attaccata al polo negativo. Una volta terminata questa operazione, è possibile scollegare i cavi, richiudere il cofano e mettere in moto la macchina, pronti per ripartire. Per sicurezza, è meglio scollegare prima il cavo nero e poi quello rosso.

I vantaggi

Avere a portata di mano uno starter per auto può essere particolarmente vantaggioso. Per prima cosa, sarà possibile ovviare al problema della batteria a terra senza dover ricorrere all'aiuto di qualcuno o doversi procurare dei cavi. Inoltre, gli avviatori sono facili da trasportare, con o senza valigetta, e facili da utilizzare.

Ma non solo. Generalmente, questi dispositivi hanno una torcia incorporata, che consente di avere una buona visibilità anche quando è buio.

Infine, possono essere utili per ricaricare non solo veicoli, ma anche cellulari, scalda biberon, fornelli elettrici e qualsiasi attrezzo che potrebbe essere utile, ad esempio, in campeggio.

Come scegliere gli avviatori auto

Per poter scegliere lo starter auto adatto alle proprie esigenze, bisogna tenere in considerazione diversi aspetti. Lo starter auto deve essere compatibile con il motore e sufficientemente potente, ma non solo; qui di seguito sono elencati e motivati tutti i dettagli che possono fare la differenza al momento dell'acquisto di un booster.

Batteria

Gli avviatori auto funzionano grazie ad una batteria ricaricabile. La batteria degli avviatori può essere a piombo acido o a litio. La batteria a piombo acido è più economica e garantisce prestazioni medio-alte, mentre la batteria a litio ha un costo maggiore perché garantisce prestazioni più elevate. Le batterie del primo tipo sono le più diffuse, perché sono sufficienti per ricaricare le batterie delle comuni automobili.

In alternativa agli avviatori auto a batteria, che sono quelli più diffusi, ci sono gli avviatori a strappo e gli avviatori a pedale.

Gli avviatori a strappo sono composti da una cordicella che, tirata, avvia il motore a cui è collegata. Questi avviatori sono compatibili soprattutto con i macchinari da giardino, come motoseghe, motozappe, decespugliatori e tagliaerba.

Gli avviatori a pedale si avviano pigiando una barra metallica. Sono utili in particolar modo per riavviare moto di piccola e grossa cilindrata.

Potenza e corrente di picco

Molto importante è anche il fattore potenza che va valutato in rapporto al proprio tipo di auto. Una jeep, un furgone ed un'utilitaria avranno bisogno di picchi di potenza differenti per riavviarsi. La corrente di picco è il valore massimo di corrente che l'avviatore riesce a fornire alla batteria dell'auto È importante allora che questo valore dell'avviatore, indicato in Ampere (A) sia superiore a quello della batteria della nostra auto.

Compatibilità con il motore

Per prima cosa, l'avviatore per auto deve essere compatibile con il motore della propria automobile. Per valutare la compatibilità, bisogna considerare la potenza, espressa tramite il voltaggio e la corrente di picco. Il voltaggio dipende da come viene alimentata la macchina (benzina, diesel, gas) e dal numero dei cavalli. La corrente di picco riguarda il valore massimo raggiungibile in termini di potenza elettrica (che di solito non supera i 1000 ampere).

Tempi di ricarica e autonomia

Un altro fattore da valutare è il tempo che il dispositivo impiega a ricaricarsi e, di conseguenza, la sua autonomia. Solitamente, un avviatore si ricarica completamente in un tempo che oscilla da 2 a 8 ore. Il numero di cariche possibili, invece, varia da prodotto a prodotto e viene specificato nella sua scheda tecnica. Molto dipende dall'uso che se ne deve fare: ricaricare la batteria di un'automobile consuma più energia che ricaricare la batteria di uno smartphone o di un qualsiasi elettrodomestico.

Dimensioni

Un apparecchio di questo tipo deve essere il più possibile compatto. Le dimensioni influiscono con la sua trasportabilità e con la sua praticità. Più è piccolo, più è facile da maneggiare, da conservare e da trasportare. Gli avviatori a valigetta sono più grandi delle altre tipologie di avviatori, ma anche più semplice da trasportare.

Connessione usb

Alcuni modelli di avviatori sono dotati di porte usb. Questo consente di collegare alla batteria d'emergenza più dispositivi alla volta, ma anche di ricaricare il dispositivo stesso, per poterlo avere a portata di mano in qualsiasi momento.

Torcia

Avere la torcia incorporata potrebbe fare la differenza ed essere molto utile. Può capitare, infatti di scoprire di avere la batteria a terra la sera o in un punto poco illuminato: la torcia consente di lavorare avendo a prescindere una buona visibilità.

Accessori

I modelli più richiesti sono sicuramente quelli più accessoriati. Tra gli accessori più utili ci sono sicuramente i cavi per collegare la batteria d'emergenza a quella dell'auto, ma non solo. Alcuni avviatori sono dotati di adattatori per collegarli anche all'accendisigari o al notebook e una custodia per riporla senza occupare troppo spazio o rischiare che si rompa.

Questo è tutto quello che c'è da sapere sugli avviatori di emergenza per auto. Se siete riusciti a schiarirvi le idee e a fare la vostra scelta, procedete pure all'acquisto. In caso contrario, dare un'occhiata agli altri modelli di avviatori di emergenza per auto in vendita su Amazon.