220 CONDIVISIONI
6 Marzo 2020
17:56

Il calcestruzzo pieghevole è il futuro delle costruzioni sostenibili

Un nuovo tipo di calcestruzzo realizzato con materiali di scarto è stato sviluppato e brevettato dai ricercatori dell’Università di Swinburne. Si tratta di un calcestruzzo flessibile, sicuro, duraturo, che non richiede l’utilizzo del cemento risultando più sostenibile del calcestruzzo tradizionale.
A cura di Clara Salzano
220 CONDIVISIONI

Una nuova era delle costruzioni sostenibili sta per partire grazie ad un gruppo di ricercatori di Swinburne, il dott. Behzad Nematollahi e il professor Jay Sanjayan, che hanno inventato un nuovo tipo di calcestruzzo pieghevole e duraturo costituito da materiali di scarto. Il nuovo calcestruzzo risulta molto più sostenibile del calcestruzzo tradizionale e può piegarsi sotto carico senza perdere sicurezza e durezza.

Sviluppato e brevettato dai ricercatori di Swinburne, il dott. Behzad Nematollahi e il professor Jay Sanjayan, il nuovo calcestruzzo non utilizza cemento ma è realizzato con materiali di scarto. La produzione di questo materiale richiede il 36% in meno di energia rispetto al calcestruzzo convenzionale. Il risultato è un calcestruzzo flessibile, sicuro, duraturo e più sostenibile di qualsiasi altro calcestruzzo tradizionale. Inoltre, poiché il materiale può piegarsi sotto carico, risulta essere adatto alle costruzioni in zone sismiche. Questo materiale è realizzato con i rifiuti industriali come la cenere volante, un sottoprodotto delle centrali elettriche a carbone. È particolarmente adatto per la costruzione in zone sismiche in cui la natura fragile del calcestruzzo convenzionale porta spesso a disastrosi crolli di edifici.

Dott. Behzad Nematollahi con un campione del nuovo calcestruzzo sviluppato a Swinburne
Dott. Behzad Nematollahi con un campione del nuovo calcestruzzo sviluppato a Swinburne

"Il calcestruzzo è il materiale da costruzione più utilizzato al mondo", afferma ARC DECRA Fellow presso il Centro per le infrastrutture intelligenti e le costruzioni digitali di Swinburne, Dr Nematollahi. “In effetti, è il secondo materiale più consumato dagli esseri umani dopo l'acqua. La sua qualità ha un enorme effetto sulla resilienza della nostra infrastruttura come edifici, ponti e tunnel.". Il calcestruzzo tradizionale ha un'impronta di carbonio sul Pianeta rilevante a causa della produzione di cemento che ne costituisce una delle principali componenti. Inoltre il calcestruzzo tradizionale risulta soggetto a frantumazione quando viene allungato o piegato. Ecco perché il prodotto dei ricercatori di Swinburne è più flessibile e più sostenibile. "La produzione di questo nuovo calcestruzzo richiede circa il 36% in meno di energia ed emette fino al 76% in meno di anidride carbonica rispetto al calcestruzzo flessibile convenzionale fatto di cemento", afferma Nematollahi."I risultati dei nostri test di laboratorio hanno dimostrato che questo nuovo calcestruzzo è circa 400 volte più flessibile del calcestruzzo normale, ma ha una resistenza simile".

220 CONDIVISIONI
Le case fatte di cemento riciclato e vecchi infissi sono il futuro dell'architettura sostenibile
Le case fatte di cemento riciclato e vecchi infissi sono il futuro dell'architettura sostenibile
Parigi, addio ai biglietti cartacei in metropolitana per un futuro più sostenibile
Parigi, addio ai biglietti cartacei in metropolitana per un futuro più sostenibile
Questo villaggio sostenibile e stampato in 3D è la città del futuro
Questo villaggio sostenibile e stampato in 3D è la città del futuro
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni