40 CONDIVISIONI

Il giardino di ombrelli luminosi del Castello di Okayama

Il fotografo Yukari Mitani ha viaggiato in tutto il Giappone scattando e condividendo foto di alcuni dei suoi luoghi più affascinanti. La sua ultima collezione di foto è stata realizzata al castello di Okayama, nella città di Okayama, il cui giardino di notte è stato trasformato in un prato di ombrelli luminosi.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Clara Salzano
40 CONDIVISIONI
Immagine

Il fotografo Yukari Mitani ha viaggiato in tutto il Giappone scattando e condividendo foto di alcuni dei suoi luoghi più affascinanti. La sua ultima collezione di foto è stata realizzata al castello di Okayama, nella città di Okayama, il cui giardino di notte è stato trasformato in un prato di ombrelli luminosi. Il castello di Okayama, noto anche come "Castello del corvo" per via delle sue facciate scure, ha una storia che risale a secoli fa e le sue torri oggi sono elencate dall'Agenzia nazionale per gli affari culturali come importanti proprietà culturali. Le foto di Mitani sono state realizzate in occasione della mostra "Fiori che sbocciano di luci in un giardino fiorito da sogno" (che si è chiusa il 31 agosto 2020) che ha visto disposti numerosi bangasa colorati, i tipici ombrelli di carta giapponese, di fronte al castello e illuminati in modo mostrare i loro motivi colorati.

Il castello di Okayama fu costruito da Hideie Ukita, il signore dell'area di Okayama, nel 1597 e ci vollero otto anni per completarlo. Utilizzando il flusso reindirizzato del fiume Asahi come protezione dagli attacchi nemici, il castello di Okayama portò molti mercanti e artigiani nell'area e affermò la città di Okayama come una vera città castello, aprendo la strada allo sviluppo dell'attuale Okayama. Sotto nuovi proprietari, il castello ha continuato a crescere con edifici in espansione con ogni epoca, rendendolo uno dei più grandi castelli del Giappone. Le pareti esterne del mastio del castello di Okayama (l'edificio al centro del castello) sono fatte di assi rivestite con una lacca nera usata come conservante. Questo colore nero ha fatto guadagnare al castello il soprannome di "U-jo" (Crow Castle) per la sua somiglianza con le piume di un corvo. Sebbene la torre fosse considerata un tesoro nazionale prima della seconda guerra mondiale, il mastio fu distrutto durante la guerra e ricostruito nel 1966. Gli unici edifici originali ancora in piedi oggi sono la Torre Tsukimi e la Nishinomaru Nishite Yagura (Torre occidentale), entrambe costruite per la difesa . In alto, sopra il centro di Okayama, il castello di Okayama è uno spettacolo spettacolare da vedere ed è una popolare attrazione turistica della città. Le foto di Mitani mostrano quanto possa essere bello quando è illuminato di notte.

Immagine
40 CONDIVISIONI
Sapevi che a Milano esiste un castello fatto di carte da gioco
Sapevi che a Milano esiste un castello fatto di carte da gioco
Il Giardino Botanico di New York diventa un mondo di alberi a pois e zucche danzanti
Il Giardino Botanico di New York diventa un mondo di alberi a pois e zucche danzanti
Costa mille euro ma non ripara dalla pioggia: perché tutti parlano dell'ombrello Adidas x Gucci
Costa mille euro ma non ripara dalla pioggia: perché tutti parlano dell'ombrello Adidas x Gucci
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni