"Writes first time, every time" (Scrive come la prima volta, ogni volta) questo era lo slogan con il quale venne pubblicizzata per la prima volta, nel 1959, la penna BIC sul mercato americano. Tra gli anni 1950-1960 la BIC veniva presentata in Francia come la "penna atomica" che avrebbe cambiato per sempre il modo di scrivere. E da quando nel 1950 l'inventore della Bic Cristal, Marcel Bich (da cui BIC senza h per rendere più facile ricordarne il cognome), ha progettato la famosa penna a sfera, la sua invenzione è diventata la penna più venduta al mondo con oltre 100 bilioni di BIC sul mercato. La BIC non è una penna da record solo per i numeri ma anche per il suo design industriale che entrato di diritto a far parte della collezione permanente del MoMA di New York: la forma esagonale venne ripresa da Bich da quella delle matite perché consentiva di tenere la penna in tre differenti punti ed avere così maggiore stabilità; l'inventore francese pensò di utilizzare la plastica per l'involucro e un acciaio inossidabile per la punta di spessore 0,01 millimetri ma capace di far fluire liberamente l'inchiostro. La BIC rappresentava una vera innovazione per gli anni 1950.

Ancora oggi il design della BIC continua a stupire: non tutti ad esempio ricorderanno che prima del 1991 non c'era il buco nel tappo della penna. Mentre infatti è sempre esistito un piccolo foro nel fusto della penna "Per uniformare la pressione all'interno della penna con la pressione all'esterno della penna. Questi sfiati o fori nei fusti della penna, principalmente aiutano a prevenire perdite d'inchiostro", come si legge sul sito BIC.

Non c'è sempre stato il buco sul cappuccio della BIC Cristal, come oggi noi tutti lo conosciamo. Nel 1991 il cappuccio in polipropilene della penna, o più comunemente tappo, è stato tagliato in cima con un piccolo foro per evitare incidenti di bambini: in ricezione delle norme internazionali di sicurezza tutti i cappucci BIC®  sono stati dotati di un piccolo buco che impedisce al bambino di inalare o ingoiare il tappo della penna. Il foro sulla sommità dell'aerodinamico tappo della BIC è stato dunque introdotto per evitare eventuali soffocamenti in rispetto delle esistenti norme di sicurezza.