Chi dice che bare ed urne debbano essere usati solo nei funerali e al cimitero. In occasione della Milano Design Week, presso Potafiori, Rosalba Piccinni, la Cantafiorista fondatrice del bistrot milanese, ha presentato la sua ultima collezione POTALOVE. Si tratta di una linea di bare e urne di design, così essenziali nell'estetica che possono essere usati come oggetti d'arredo in casa e altrove.

POTALOVE è una funeral collection interamente personalizzabile, così da poter assecondare i gusti dei clienti e le diverse esigenze. Si possono scegliere colori, rivestimenti e customizzazioni personalizzate in modo da poter usare gli articoli della funeral collection sia prima che dopo aver svolto la loro "funzione funebre". Le bare e le urne progettate da Rosalba Piccinni possono trovare infatti collocazione in casa come complementi d'arredo. L'urna può essere usato come comodo contenitore o come box, la bara è anche una panca e una cassa. Tutti i prodotti della collezione POTALOVE non solo hanno molteplici funzioni ma anche un prezzo democratico, proprio in risposta alla volontà di dichiarata accessibilità della linea, caratterizzata dal concetto di riuso e appartenenza. POTALOVE rivoluziona il design da funerale, troppo spesso legato ad un'estetica tradizionale. La linea propone una visione più libera e contemporanea degli oggetti legati alla morte creando elementi dalle molteplici funzioni e l'estetica accattivante.

Ho deciso di sviluppare POTALOVE dopo aver vissuto negli ultimi anni la morte di diverse persone a me care. La morte non dovrebbe essere solo un momento di dolore, ma anche di condivisione con i propri familiari e amici: per poterlo essere, mi sono sempre più convinta che fosse necessario cambiare l’estetica legata a questa occasione, a partire dalle bare, che dovrebbero essere l’ultimo oggetto di design a cui una persona nella sua vita si lega.

Rosalba Piccinni

Un funeral party è stato organizzato per presentare POTALOVE. La collezione realizzata da Rosalba Piccinni è stata lanciata il 13 aprile 2018, non a casa, durante un evento top secret in uno spazio ex industriale di Milano. Gli ospiti presenti sono stati accolti da un sottofondo di Bach suonato dai pianisti Danilo Rea e Ramin Bahrami. L'intera funeral collection è stata preceduta da un vero corteo funebre sulle note di Personal Jesus cantata da Johnny Cash. Dalle bare aperte sono emersi vari musicisti che, insieme alla Cantafiorista di Potafiori, hanno intrattenuto gli ospiti che, a piedi nudi su un pavimento di terra, hanno ballato per tutta la serata sulle note di brani ispirati alle feste funebri.