Al suo interno non c'è una Cappella Sistina né una Pietà che decora la villa, ma quella che è stata la residenza di Michelangelo Buonarroti nel Chianti, in Toscana, è una proprietà prestigiosa e ricca di dettagli suggestivi originari del Rinascimento. Il famoso pittore fiorentino Michelangelo Buonarroti aveva acquistato la villa nel 1549 che è rimasta della famiglia Buonarroti fino al 1867. Attualmente la prestigiosa residenza è in vendita per 7.500.000 euro. L'attuale proprietario ha restaurato la proprietà, basandosi su documenti e fatti originali della casa, per raccontare l'importante storia dell'intera villa appartenuta alla famiglia Buonarroti.

La residenza di Michelangelo in Toscana si sviluppa su 12.916 metri quadrati. La casa comprende dieci camere, sette bagni e tanto verde tutto intorno. La struttura rispetta la storicità del luogo con volte in mattoni, pietra a vista e solai di legno con travi a vista. Grandi archi e pavimenti in cotto completano gli interni originari dove si trova una grande cucina con focolare e lavabo in pietra originale molto suggestiva. La proprietà viene presentata in vendita dal sito immobiliare Handsome Properties International che ne testimonia uno stato impeccabile, con arredi d'epoca ma tutte le comodità di una residenza moderna.

Per gli appassionati di arte può essere un sogno che si avvera: la villa appartenuta a Michelangelo Buonarroti è in vendita. Nonostante non ci siano all'interno affreschi e opere del famoso artista fiorentino, nella vendita è inclusa una copia dell'atto originale della proprietà dei Buonarroti fino al 1867. "È emozionante immaginare tutto ciò che è accaduto su questa proprietà dal 1047, anno in cui è stata costruita la torre originale sulla struttura", racconta l'intermediario Debbie Fisher. L'intera proprietà inoltre comprende attorno sei ettari coltivati ​​a cipressi e ulivi. Risulta dunque un ottimo investimento non solo per una residenza privata da sogno ma per un albergo o un bed&breakfast nel cuore della campagna toscana.