Gallego non è un architetto qualificato, né un ingegnere, né un muratore, lui è un agricoltore, e all'età di 88 anni ha costruito la sua cattedrale. Justo Gallego Martinez ha lavorato sulla costruzione di quella che è conosciuta localmente come la Cattedrale di Don Justo,a Mejorada del Campo vicino Madrid, dal 1959, senza alcuna formazione né esperienza in costruzioni e non aveva mai messo neppure un mattone in vita sua.

Photo Denis Doyle/Getty Images News
in foto: Photo Denis Doyle/Getty Images News

A partire da materiali di recupero e volontari occasionali, l'ex monaco trappista aveva promesso a se stesso di costruire la cattedrale dopo essere sopravvissuto a un attacco di tubercolosi.Fedele al suo voto, Don Justo iniziò la costruzione di quello che lui definisce il suo atto di fede nel 1963 e nonostante la sua mancanza di competenze o di materiali da costruzione, sta ancora lavorando al suo progetto oggi. L'edificio ancora incompiuto viene ancora accuratamente costruito pezzo per pezzo, da più di 50 anni, dal vecchio ottantottenne.

Photo Denis Doyle/Getty Images News
in foto: Photo Denis Doyle/Getty Images News

Quella di Don Justo non è una cattedrale "modello", e lui confessa: "I piani sono esistiti solo nella mia testa" e si sono evoluti nel tempo in risposta alle opportunità e all'ispirazione. GAllego non ha il permesso formale di pianificazione da parte delle autorità di Mejorada del Campo (20 km da Madrid sotto la traiettoria di volo per l'aeroporto Barajas), né ha la benedizione o il sostegno della Chiesa Cattolica. Dopo otto anni nell'ordine trappista – e poco prima di prendere i voti – fu costretto a lasciare, notevolmente indebolito dalla tubercolosi e il regime monastico.

Photo Denis Doyle/Getty Images News
in foto: Photo Denis Doyle/Getty Images News

La maggior parte dei materiali da costruzione utilizzati sono riciclati (secchi, pezzi di legno, tubi di plastica, ecc), di tanto in tanto ottenuti da aziende commerciali e di costruzione perchè materiali in eccesso. I progressi della cattedrale sono quindi visibilmente segnati dalla natura e dalla qualità dei materiali che Gaallego acquisisce. Le colonne sono modellate utilizzando vecchi fusti di benzina, gli archi delle finestre portano i segni dei pneumatici su cui sono stati modellati, e le ruote di biciclette sono state usate come pulegge. La resistenza è garantita utilizzando quantità supplementare di cemento. Il rosone è senza vetro ma c'è una lunga scalinata mosaico che conduce all'ingresso principale.

Photo Denis Doyle/Getty Images News
in foto: Photo Denis Doyle/Getty Images News

La cattedrale ha già una cupola (sul modello di San Pietro), circa 12 metri di diametro e 40 metri di altezza, le cui travi d'acciaio sono state sollevate con l'aiuto dei suoi sei nipoti utilizzando pulegge e una gru in prestito. In estate i volontari possono dare una mano, ma per il lavoro pesante Martinez necessita dell'aiuto di un assistente locale a proprie spese. Si stima che potrebbero essere necessari altri 15 o 20 anni per completare l'opera, anche se Don Justo non lo sa: lui preferisce non parlare del futuro.

Photo Denis Doyle/Getty Images News
in foto: Photo Denis Doyle/Getty Images News

La Cattedrale di Don Justo è dedicata a Nuestra Mare Ora del Pilar, Madre de Jesús , ed è un monumento allo spirito umano e alla sua capacità di superare i vincoli ordinari. Martinez dice: "È il mio atto di fede" e la cattedrale è stata lasciata in eredità, da lui stesso, al Vescovado della vicina Alcalá de Henares.

Photo Denis Doyle/Getty Images News
in foto: Photo Denis Doyle/Getty Images News