Dal Giappone ad Hollywood, ogni mondo è paese. Gli alloggi a capsula si stanno infatti diffondendo ovunque con forme e prerogative diverse. I creativi di Los Angeles vivono in capsule living dove si affittano alloggi mensili che misurano 3 metri quadrati e si condividono servizi e spazi comuni. Il capsule living si chiama UP(st)ART ed è una sorta di condominio con alloggi a capsule che fornisce una risposta possibile alla carenza di case a prezzi contenuti a Los Angeles, che infatti è una delle città più costose degli Stati Uniti dopo New York e San Francisco. UP(st)ART è un capsule living per i creativi del mondo, che siano artisti, musicisti, attori o registi: "I nostri membri hanno tutti una cosa in comune: sono venuti qui con ambizione creativa. Il nostro obiettivo è creare un ambiente in cui perseguire la tua passione, che sia musica, recitazione, scrittura o arte visiva, e collegarti a una rete di altri che fanno lo stesso".

I servizi del capsule living

UP (st) ART è un creative Living fondato nel 2016 da creativi per creativi . Gli abitanti di questa sorta di condominio creativo vivono in capsule di 3 metri quadrati dove c'è spazio per un letto, alcune mensole e cassetti per oggetti, una parete dove appendere i vestiti e una tenda per separarsi dall'esterno e godere di un minimo di privacy. Per accedere all'UP (st) ART bisogna essere membri e superare una selezione: il criterio per essere ammessi è la creatività. All'interno del capsule living i membri condividono lo spazio in cui possono vivere, giocare e creare insieme. È incluso nell'affitto mensile dei residenti una varietà di servizi che migliorano la loro crescita personale e professionale. I membri dell'UP (st) ART possono infatti usufruire di studi di danza, foto e podcast, sale di proiezione, spazi di co-working, palestre e spazi comuni dove prendere lezioni di recitazione, partecipare a sessioni di relatori ospiti, affinare le loro abilità con seminari tenuti da creativi e molto altro ancora". In ogni stanza di  UP(st)ART ci sono sei capsule e il capsule living può ospitare fino a 90 membri.

Il costo del capsule living

La vita da capsule è tutt'altro che economica. Se infatti pensavate che al poco spazio  a disposizione corrispondesse anche un prezzo basso, vi sbagliavate. L'alloggio offerto all'UP (st) ART  ha un costo di circa 800 dollari al mese per vivere in 3 metri quadrati, con inclusi le spese e il servizio di lavanderia. Tuttavia, rapportato ai costi degli alloggi a Los Angelse, quella del capsule living è una delle proposte più economiche considerando che per una stanza in città si parla di cifre a partire da 1.300 dollari al mese. Così UP(st)ART si moltiplica e ad oggi il CEO Jeremiah Adler, ex scrittore / regista che voleva dare potere ai giovani creativi di tutto il mondo per perseguire le loro aspirazioni di carriera, ne ha aperto tre capsule living: "L'apertura di tre sedi quest'anno è un grande passo per UP (st) ART, poiché cerchiamo di espanderci in nuove città e far crescere la nostra rete di membri su Los Angeles a 1.200 entro il 2020", ha dichiarato Jeremiah, "Il nostro obiettivo fin dall'inizio era di avere un impatto sulla vita dei giovani offrendo opzioni di vita accessibili che permettessero loro di perseguire le loro passioni senza dover svolgere altri tre lavori per sopravvivere. Siamo entusiasti di continuare sulla nostra traiettoria di crescita e offrire maggiori opportunità ai creativi di Los Angeles e, eventualmente, del mondo.".