Nell’era del condizionatore scegliere di utilizzare un ventilatore può essere un atto coraggioso ma anche un grande gesto di sostenibilità e responsabilità ambientale. E chi decide di acquistare un ventilatore oggi dovrebbe conoscere le ultime tendenze del design che hanno definitivamente svincolato questi accessori funzionali dall’idea di obsoleti ventole da soffitto. Oggi i ventilatori di design sono più belli, più tecnologici e anche più raffinati. Inoltre, se il vostro problema è quello di volere solo un po’ di refrigerio, soprattutto durante le calde serate estive, ma non disponete di un budget molto elevato, l’acquisto di un ventilatore è più che consigliato.

Vari sono i vantaggi che può offrire l’acquisto di un ventilatore, rispetto a quello di un condizionatore d’aria: al primo posto sicuramente è da mettere il fattore economico, dato che il costo è decisamente alla portata di tutti e questo genere di apparecchio non consuma molta energia elettrica, permette di non gravare sul consumo energetico collettivo e quindi di non peggiorare ulteriormente la qualità dell’ambiente che ci circonda. Il ventilatore, infatti, non interagendo con la qualità dell’aria e non avendo necessità di scaricare aria all’esterno, come avviene invece con i condizionatori, non costituisce un pericolo per l’ambiente e per la collettività. Il ventilatore permette inoltre bassi, se non nulli, costi di mantenimento a carico del proprietario. Facile da installare, a differenza del condizionatore, è sufficiente un collegamento alla presa di corrente. Un ulteriore vantaggio è sicuramente dato dal fatto che il ventilatore produce un refrigerio istantaneo e sostanzialmente sano. Esso infatti riduce notevolmente il disagio dell’afa e del caldo, senza però agire per modificare la qualità dell’aria. Il sollievo dato da un ventilatore, a differenza degli apparecchi condizionatori, è immediato: il ventilatore consente di far evaporare l’eccesso di calore che normalmente non viene smaltito dal nostro corpo, quando il tasso di umidità è eccessivamente elevato. "In ambito domestico il ventilatore ha lo scopo di migliorare il comfort nel caso di ambienti particolarmente caldi e umidi. Infatti in condizioni normali, quando la temperatura ambientale è elevata, il corpo umano mantiene costante la propria temperatura allontanando il calore in eccesso grazie al processo di traspirazione, che consiste nell'allontanamento sotto forma di vapore di una parte dell'acqua presente nel corpo umano. Se l'umidità è elevata l'ambiente circostante è già saturo di vapore acqueo, per cui l'acqua rimane sotto forma liquida (sudore) e evapora più lentamente. Utilizzando un ventilatore, i moti convettivi generati facilitano l'evaporazione dell'acqua e quindi la traspirazione, aiutando quindi ad abbassare la temperatura corporea", fonte Wikipedia.

Nelle calde giornate estive il ventilatore può rivelarsi dunque una valida alternativa. Da terra e con piantana, da tavolo o da soffitto con pale, il ventilatore moderno è funzionale ma anche un oggetto d'arredo. L'ultima tendenza del design è il ventilatore senza pale, altamente tecnologico, in cui l'aria viene aspirata dalla parte bassa del ventilatore (che fa da supporto) tramite una turbina elettrica e viene iniettata a forte velocità nell'anello circolare sovrastante, con aerodinamica forma a spirale interna, che funge da espansore e da qui viene poi inviata all'ambiente esterno, dopo aver sfruttato particolari effetti interni aerofluidodinamici. Il flusso d'aria, molto costante, direzionale e uniforme rispetto ai ventilatori tradizionali, segue la direzione circolare dell'anello sfruttando il cosiddetto Effetto Coanda. Ma non è l'unico trend: nella nostra gallery vi presentiamo il meglio che il design internazionale propone in fatto di ventilatori.