Sarà capitato a chiunque di desiderare almeno una volta nella vita di sparire, isolarsi da tutto, invisibile, per vivere in totale privacy con sé stessi pur restando nel mondo. Un famoso architetto polacco dello studio REFORM Architekt, Marcin Tomaszewski, ha trovato la soluzione ideale a questa naturale pulsione umana: si chiama Mirrored o Izabelin Home ed è una creazione stupefacente. Passeggiando in un bosco vicino Varsavia, a Izabelin di preciso, è possibile rendersi conto della grandezza del loro progetto: quella che si vede ad occhio nudo è una casa che sembra fluttuare nella foresta, completamente sospesa nello spazio, quasi a scomparire tra gli alberi.

Molti penseranno che si tratti di magia, ma in realtà la Mirrored House utilizza semplicemente il concetto di riflessione per mimetizzarsi nel bosco. Costituita da due volumi orizzontali, il piano inferiore è completamente rivestito di specchi. Così, riflessa l'immagine del paesaggio circostante, la casa si mostra come un'estensione del bosco con un volume opaco che sembra fluttuare tra gli alberi. Progettata per essere un perfetto rifugio di campagna mono-familiare, è caratterizzata da grandi aperture che incorniciano il paesaggio circostante e che appunto, ad un occhio più attento, lasciano trasparire l'inganno ottico. La casa infatti ‘scompare' nella foresta quando la si guarda di lato perché non è possibile scorgere le grandi finestre. Così il riflesso sottile dello spazio e le sue mutevoli qualità sono espressi perfettamente nella Mirrored House che, per chi ha la fortuna di risiedervi, può donare l'invisibilità anche se fittizia.

La Izabelin Home non è l'unica opera di architettura capace di mimetizzarsi nel paesaggio circostante. Ricordiamo infatti l'installazione Mirror Fence, il recinto a specchio esposto dallo Storm King Art Center di New York, che un po' di tempo fa aveva fatto il giro del web per la sua spettacolare capacità di scomparire nel contesto. In questo caso però l'artista Alyson Shotz aveva ideato l'opera come un lavoro di riflessione sull'esistenza fisica delle barriere nella realtà.