Da quello più innovativo a quello più sostenibile, dal più lussuoso a quello più funzionale, i centri commerciali si sfidano ogni hanno a chi offre sempre più servizi per i clienti. E mentre nel resto del mondo si assiste alla morte dei centri commerciali, in Italia è boom di questi grandi templi dello shopping. Se ne costruiscono sempre di nuovi e di più grandi per richiamare sempre più persone. Lo scorso anno, ad aprile 2016, aveva inaugurato "Il Centro" ad Arese che su tutti i giornali, compreso Fanpage.it, era stato presentato come il centro commerciale più grande d'Italia ma non è propriamente corretto.

Il Centro Commerciale più grande, nel senso del più esteso, è ancora il Centro Commerciale Campania, a Marcianise, con un'area calpestabile di 200.000 metri quadrati, di cui 100.000 coperti. Il Centro Commerciale di Arese occupa un'area di 135.000 metri quadrati e si estende su una GLA (dall'inglese Gross leasable area, cioè superficie commerciale utile) di 93.000 metri quadrati per la quale è stata definita la galleria commerciale più grande d'Italia (e non il centro commerciale!) ed è tra i centri commerciali più grandi di Europa (come si può leggere nel comunicato stampa di cui riportiamo un estratto in basso e nella scheda tecnica dell'Arch. Michele De Lucchi che ha curato la progettazione del Centro). Anche il Vulcano Buono di Nola, in Campania, è più esteso del Centro Commerciale di Arese con una superficie complessiva di 500.000 metri quadrati di cui coperti 150.000 metri quadrati, a pari merito con il Centro Commerciale Porta di Roma a Roma. Tra i centri commerciali più grandi d'Italia ci sono poi il Centro Commerciale RomaEst con un'area calpestabile di 136 metri quadrati e più di 200 negozi, e l’Etnapolis, in provincia di Catania, con una superficie coperta di 105mila metri quadrati.

Quando si parla di centri commerciali bisogna tenere in considerazioni diversi fattori: la prima distinzione è tra estensione, superficie coperta e superficie commerciale utile. L'estensione afferisce alla superficie complessiva di un centro commerciale e cioè costituita non solo dall'edificio coperto dove si trovano i differenti negozi, ristoranti e spazi comuni ma anche l'area di parcheggio e di servizio. La superficie coperta comprende solo l'area calpestabile protetta da una copertura. La superficie commerciale utile, o GLA, è la superficie utile a produrre reddito, che può comprendere i metri quadrati totali affittabili o in vendita: "La GLA comprende tutta l'area in cui un'attività commerciale svolge la propria attività, non solo di vendita ma anche di ricezione merce (magazzino) o produzione (laboratorio). Rappresenta il 70 – 90% della superficie totale di un centro commerciale e non include gli spazi comuni come galleria, servizi, parcheggi, ecc." (fonte Wikipedia). La galleria commerciale, infine, rappresenta generalmente tutti gli spazi al coperto che servono le varie attività all'interno di un centro commerciale, proprio come la Galleria Umberto di Napoli o la Galleria Vittorio Emanuele II di Milano; la galleria commerciale non è inclusa generalmente nella GLA (fonte), perché rappresenta il percorso, all'interno del centro commerciale, su cui affacciano tutti i negozi presenti nell'edificio.

Il Centro Commerciale Arese.

Il Centro sorge sulle ceneri dell'ex fabbrica Alfa Romeo di Arese, alle porte di Milano. A progettarlo è stato un consorzio di architetti famosi, tra cui Arch. Michele de Lucchi, Arch. Arnaldo Zappa e l'Arch. Davide Padoa della Design International che con questo progetto hanno provato a rivoluzionare il concetto di centro commerciale. Niente colori sgargianti e forme eccentriche infatti, il Centro si ispira ad una classica cascina lombarda, bassa, in legno, piena di verde e inondata dalla luce dall'alto grazie a grandi vetrate poste sulla copertura. Vanta oltre 200 negozi, caffetterie, ristoranti, spazi dedicati allo sport indoor, alle attività culturali e sanitarie. Alberi ad alto fusto arricchiscono le strade di vendita al dettaglio sia all'esterno che all'interno, creando un vero e proprio giardino con chioschi e ristoranti, piste ciclabili, giochi per bambini e altre attività legate allo sport e alla salute.

Il Centro Commerciale Campania.

Inaugurato nel 2007, il Campania a Marcianise, in provincia di Caserta, è un centro commerciale da record: circa 1.500 nuovi posti di lavoro; una superficie di 200 mila metri quadrati, di cui coperti 100 mila; 180 negozi di livello nazionale ed internazionale distribuiti su due livelli; un ipermercato Carrefour; 25 tra ristoranti e bar; un cinema multisala; quattro porte d'ingresso, 7.000 posti auto e un collegamento diretto all'Autostrada A1. Tre piazze al coperto, di diverse dimensioni, costituiscono le gallerie commerciali che si articolano su due livelli: " la Galleria è stata suddivisa in cinque differenti zone tematiche ed ognuna di essa ha al suo interno una diversa offerta merceologica, strettamente collegata ad uno specifico tema architettonico", spiega l'Arch. Ferdinando Iodice. Cuore pulsante del Centro è la “Piazza Campania“, progettata da Design International come un giardino coperto da una gigantesca cupola di vetro, alberi di pino e una fontana centrale: su questo spazio, scenografico, si affacciano i bar e i ristoranti. Il Campania accoglie anche l'unico Apple Store del sud Italia.

Il Vulcano Buono.

Il Centro Commerciale di Nola porta la firma di un guru dell'architettura contemporanea, Renzo Piano. Il suo design si distacca infatti totalmente dalle tipiche strutture dei centri commerciali perché trae ispirazione dal paesaggio circostante, in particolare dal vicino vulcano Vesuvio. L'edificio dalla forma inclinata che va da 25 a 41 m di altezza, con un diametro complessivo di 320 m, dall'esterno sembra quasi invisibile perché riesce a mimetizzarsi nel paesaggio circostante. Il Centro Commerciale si sviluppa su un'area complessiva di 500.000 metri quadrati, di cui coperti 150.000 metri quadrati con cinque ingressi differenti. Cuore pulsante del Vulcano Buono è la piazza centrale, di 160 metri di diametro, che costituisce la base del cratere, con i suoi mercati e luoghi per incontrare persone o lavorare.

Centro Commerciale Porta di Roma.

Situata nella zona nord di Roma, il Centro occupa un'area di ben 180 ettari e quando ha inaugurato nel 2007 era il più grande d’Europa con un cinema da 13 sale, Ikea, una Rinascente, un supermercato Auchan, una Rinascente, un negozio IKEA, un bowling a 16 piste, un albergo da 5.000 mq e un parcheggio su due piani per 7.000 posti auto per un totale di 150.000 metri quadrati di shopping center.

Westfield Milan.

Questo centro commerciale, a Segrate, ancora non è stato aperto ma quando verrà inaugurato nel 2019 sarà il più grande ed esclusivo d'Europa. Simile al suo gemello londinese, Westfield Milan si estende su un'area di 600.000 metri quadrati, ospiterà oltre 200 negozi e 5.000 parcheggi. "Westfield Milan", spiega il Gruppo Percassi che finanzia il progetto, "è un progetto retail che rappresenterà un’autentica innovazione in Italia in questo settore. Westfield Milan non sarà infatti un semplice centro commerciale, bensì un grande ed innovativo spazio pubblico polifunzionale, un polo di attrazione per le differenti attività, fruibile da milioni di visitatori ogni anno, che occuperà una superficie di circa 60 ettari alle porte di Milano, adiacente all’aeroporto di Milano Linate".