10 opere d’arte da non perdere al Museo del 900 e al PAC di Milano

Visitare il Museo del 900 e il PAC a Milano significa percorrere un viaggio attraverso la storia dell’arte del XX secolo. Scopriamo quali sono i principali capolavori da non perdere visitando le due istituzioni meneghine.
A cura di Clara Salzano
Il Museo del 900 in Piazza Duomo a Milano
Il Museo del 900 in Piazza Duomo a Milano

Visitare il Museo del 900 e il PAC a Milano significa percorrere un viaggio attraverso la storia dell'arte del XX secolo. Si tratta di due delle istituzioni artistiche più importanti d'Italia e tra le più rilevanti al mondo, ricche di tesori da ammirare. Scopriamo quali sono i principali capolavori dell'arte del XX secolo presenti all'interno delle due istituzioni meneghine e che non potete perdere.

10 opere da vedere al Museo del 900

Inaugurato il 6 dicembre 2010 all’interno del Palazzo dell’Arengario in piazza del Duomo, il Museo rappresenta una delle più importanti istituzioni dell'arte moderna e contemporanea in Italia con più di 4.000 opere d'arte che abbracciano tutto il 900.

Struttura al Neon di Lucio Fontana al Museo del 900 di Milano
Struttura al Neon di Lucio Fontana al Museo del 900 di Milano

Il percorso ideale di visita parte dal "Quarto Stato" di Pellizza da Volpedo del 1901, esposto in una sala dedicata lungo la rampa a spirale di collegamento dei vari livelli del museo, e si conclude con la "Struttura al Neon" di Lucio Fontana, a cui è dedicato l'intero ultimo piano del Palazzo dell’Arengario, che rappresenta una sorta di abbraccio alla città di Milano. Il percorso continua poi all'esplorazione dell'arte del 900 fino al contemporaneo.

Umberto Boccioni – Forme uniche della continuità nello spazio
Umberto Boccioni – Forme uniche della continuità nello spazio

Il Museo del 900 possiede alcuni dei più importanti capolavori dell'arte del XX secolo. La collezione permanente è una tra le più importanti raccolte d’arte italiana del XX secolo ed è stata resa possibile grazie alle donazioni da molte collezioni privati di appassionati abitanti meneghini. In un percorso di guida ideale all'interno del museo possiamo individuare 10 opere d'arte da non perdere assolutamente in visita all'importante istituzione:

  1. Quarto Stato di Pellizza da Volpedo
  2. Umberto Boccioni – Forme uniche della continuità nello spazio
  3. Piero Manzoni – Merda d'artista
  4. Il figliol prodigo, Giorgio de Chirico
  5. Il cavaliere rosso, Carlo Carrà
  6. Vasilij Kandinskij, Composizione
  7. Wald Bau, Paul Klee
  8. Ritratto di Paul Guillame, Amedeo Modigliani
  9. Arnaldo Pomodoro – Sfera 5
  10. Lucio Fontana – Struttura al Neon
Merda d’artista di Piero Manzoni al Museo del 900 di Milano
Merda d’artista di Piero Manzoni al Museo del 900 di Milano

L'architettura del Museo del 900

Il Museo del 900 non è solo uno dei musei d'arte contemporanea più importanti d'Italia e al mondo ma rappresenta anche un'architettura di prestigio della cultura meneghina e della storia dell'architettura del 900. Il Museo sorge all'interno del Palazzo dell’Arengario progettato dagli architetti Griffini, Magistretti, Muzio, Portaluppi tra il 1936 e il 1956 per collocarvi la sede municipale del comune di Milano.

Il Museo del 900 a Milano
Il Museo del 900 a Milano

Il progetto è caratterizzato da due volumi identici che affacciano su Piazza del Duomo e decorati in facciata dai bassorilievi di Arturo Martini. Il Palazzo dell’Arengario, sede del Museo del 900 come oggi lo conosciamo, è frutto del progetto di ristrutturazione ad opera di Italo Rota e Fabio Fornasari che hanno ottimizzato gli spazi interni per renderli più fruibili come museo e aggiunto una rampa esterna a spirale lunga 140 metri che è diventato l'elemento architettonico più iconico del Museo del 900.

La rampa a spirale del Museo del 900 a Milano
La rampa a spirale del Museo del 900 a Milano

Giornata del Contemporaneo al Museo del 900 e al PAC

In occasione della "Giornata del Contemporaneo" saranno proposte alcune performance sul web e dal vivo sia al Museo del Novecento e il Padiglione d'Arte contemporanea (PAC). L'iniziativa è resa possibile grazie al coinvolgimento dell’Associazione dei musei d'Arte contemporanea italiani AMACI. Il tema di questa 17a edizione è infatti "la performance" e al Museo del Novecento saranno riproposte tre performance online che sono state eseguite dal vivo in Sala Fontana nel 2017 e 2018 dagli artisti Simone Forti, Adelita Husni-Bey e Paulina Olowska con Furla series.

I Sette Savi di Fausto Melotti al PAC
I Sette Savi di Fausto Melotti al PAC

Giulia Iacolutti è la fotografa e artista visiva che va in scena al PAC con "Dopamina. Uno studio visivo sugli ormoni dell'amore". Per chi si reca al PAC ricordiamo di non perdere l'occasione per ammirare l'opera "I Sette Savi" di Fausto Melotti esposta nei giardini del Padiglione che rappresenta la perfetta unione tra mistico e terreno a contatto con la natura. La Giornata del Contemporaneo dell'11 dicembre 2021 è un'iniziativa gratuita a cui tutti possono prendere parte per scoprire luoghi di Milano carichi di fascino.

I rifiuti del Monte Everest diventano opere d'arte per un museo
I rifiuti del Monte Everest diventano opere d'arte per un museo
Burn & Broad trasformano i segnali stradali di New York in opere d'arte
Burn & Broad trasformano i segnali stradali di New York in opere d'arte
Kunsthaus Zürich, il più grande museo d'arte in Svizzera, si amplia
Kunsthaus Zürich, il più grande museo d'arte in Svizzera, si amplia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni