Il 6 gennaio 2021 una folla di sostenitori del presidente uscente Donald Trump ha preso d'assalto Capital Hill, il Campidoglio degli Stati Uniti d'America a Washington DC, durante una sessione cerimoniale del Congresso organizzata per dichiarare formalmente la vittoria del presidente eletto Joseph R. Biden Jr. L'evento si è trasformato in un episodio di violenza e caos senza precedenti nella storia degli USA. Capital Hill è diventata così il simbolo dell'architettura e della democrazia violata.

L'assalto a Capital Hill ha acceso i riflettori su una profonda falla nella democrazia americana e posto l'attenzione su uno dei più importanti monumenti al mondo, sede ufficiale dei due rami del Congresso di Washington DC, dove il 21 gennaio si terrà la cerimonia di insediamento del nuovo Presidente degli Stati Uniti d'America. In attesa dell'insediamento di Joe Biden, ripercorriamo la storia del Campidoglio d'America attraverso cinque punti fondamentali:

Quando è stato fondato

Capital Hill fu costruito in cima a Jenkins ‘Hill, una collina di Washington DC, nel 1793, su richiesta di George Washington, a partire dalla ratifica della Costituzione degli Stati Uniti. Da allora molti edifici sono stati realizzati attorno al monumento per servire il Congresso e la Corte Suprema.

Chi l'ha progettato

Fu l'ingegnere francese Pierre Charles L'Enfant ha indicare Jenkins ‘Hill come "un piedistallo in attesa di un monumento" e ad essere incaricato della progettazione del sito. Dopo essere stato licenziato dal parlamento americano, la definizione della progettazione passò attraverso vari architetti fino al progetto definitivo di William Thornton, e in seguito di Stephen Hallet, Benjamin Latrobe e, infine, da Charles Bulfinch. L'attuale conformazione architettonica di Capital Hill risale al 1826 quando fu completato l'edificio con le due ali e la cupola, in seguito alle all'incendio del Campidoglio causato dalle truppe britanniche nel corso della guerra del 1812, combattuta dagli Stati Uniti contro britannici e canadesi. La maggior parte dei lavori sul corpo dell'edificio e sui nuovi interni si deve all'architetto Benjamin Latrobe. Il successore di Latrobe, Charles Bulfinch, progettò la cupola di copertura della rotonda centrale, che fu terminata nel 1818.

Qual è la sua funzione

Capitol Hill è la sede ufficiale dei due rami del Congresso degli Stati Uniti d'America, il parlamento federale. Inizialmente ospitava non solo il Congresso ma anche la Biblioteca del Congresso, la Corte Suprema, i tribunali distrettuali e altri uffici. Nei decenni successivi, con la crescita della nazione, si è ampliato anche il Congresso. Nel 1892 l'edificio aveva raggiunto le dimensioni attuali e gli spazi non erano più sufficienti per ospitare le varie funzioni. Così nel 1897 la Biblioteca lasciò il Campidoglio per quella che oggi è noto come il Thomas Jefferson Building. Gli anni '30 del Novecento furono un decennio di grandi costruzioni a Capitol Hill. L'ultimo edificio realizzato fu la Library of Congress Annex, ora chiamata John Adams Building , che fu inaugurata nel 1939.

Qual è lo stile architettonico

Capital Hill fu edificata secondo lo stile neoclassico che è da sempre identificato con lo stile architettonico del potere americano tanto da essere dichiarato quale unico stile possibile dall'ordine esecutivo emanato da Trump Making Federal Buildings Beautiful Again. L'edificio è caratterizzato da una grande cupola che sormonta la collina e domina l'intera città di Washington.

Come è strutturato

Capital Hill si sviluppa su una superficie di 1,4 milioni di metri quadrati. Ci sono seicento stanze e chilometri di corridoi. Con Capital Hill si indica sia l'intera collina che la sede del Congresso. Il Capitol Campus è il cuore legislativo del Campidoglio d'America e qui sorgono i principali edifici per uffici del Congresso. L'edificio principale, l’US Capitol Building, comprende cinque livelli: al piano terra si trovano le sale delle commissioni e gli spazi assegnati ai vari funzionari del Congresso. Qui i visitatori possono accedere alla Sala delle Colonne, i Corridoi Brumidi, l'antica Camera della Corte Suprema restaurata e la Cripta sotto la Rotonda, che accoglie i reperti storici. La Camera dei Rappresentanti e il Senato si trovano al secondo piano che comprende anche gli uffici della direzione del Congresso, la Rotonda (che viene usata come spazio cerimoniale), la National Statuary Hall (con le statue donate in commemorazione di cittadini illustri), e la Vecchia Camera del Senato usata fino al 1859. Chi vuole assistere ai lavori della Camera e del Senato, quando il Congresso è in sessione, può prenere posto nelle gallerie poste al terzo piano, dove si trova anche la tribuna della stampa. Al quarto piano e al piano seminterrato si trovano una serie di uffici funzionali al lavoro del Congresso.