Dal primo settembre è entrata in vigore la direttiva europea 244 che ha vietato le lampadine alogene a favore delle lampadine LED, cioè le lampadine a basso consumo energetico. Solo in Italia in questo modo si ridurranno annualmente i consumi di 48 TWh di energia, permettendo alle famiglie italiane di risparmiare circa 115 euro l’anno. Per ridurre l'impatto ambientale e risparmiare sulla bolletta elettrica in casa, non basta cambiare le lampadine. Grazie a NED, il primo smart meter Made in Italy inventato dalla startup Midori è possibile calcolare i consumi energetici di tutti i dispositivi di casa, collegandosi semplicemente al quadro elettrico. Ecco cinque consigli utili per risparmiare in casa.

La posizione del frigorifero

La temperatura ideale per il frigorifero è tra 1° e 4°C: per ogni grado al di sotto di queste temperature il consumo sale del 5% con conseguenze evidenti sulla bolletta elettrica. In estate il consumo del frigo può aumentare del 40-50%, secondo i calcoli effettuati con NED, perché lavora sulla differenza di temperatura interna del frigo e quella di casa che nei mesi estivi è più alta. Bisogna sempre posizionare il frigorifero lontano da fonti di calore (forno o luce diretta del sole), periodicamente sbrinarlo, e se si manca per lungo tempo da casa converrebbe sempre svuotarlo e staccarlo dalla presa elettrica.

Cicli “eco” per lavatrice e lavastoviglie

Per non sprecare acqua ed energia, NED consiglia di avviare lavatrici e lavastoviglie quando sono a pieno carico e preferibilmente con lavaggi a basse temperature per i panni o scegliendo la modalità “eco” nel caso delle stoviglie. In questo modo è possibile risparmiare fino al 15% di energia. Se si svolge inoltre una pulizia regolare del filtro e di decalcificanti si può risparmiare un altro 30%. Se siete alla ricerca di un nuovo elettrodomestico scegliete sempre una classe energetica superiore perché ogni salto di classe (es. da A ad A+) corrisponde una riduzione del consumo di circa il 12% all’anno mentre per la lavastoviglie di circa l’11%, con una riduzione dei consumi notevoli.

Limiti ai condizionatori d’aria

L'uso del condizionatore durante i mesi estivi può far registrare un aumento sulla bolletta elettrica anche del 50%. Come rilevato dai test condotti da Midori con NED, tenere acceso il condizionatore in casa per 7 ore in un giorno fa consumare circa 7kWh, che equivale al consumo energetico di un’intera giornata di una famiglia media italiana. Alzare anche solo di 1° C la temperatura impostata permette un risparmio del 7%. Bisogna inoltre evitare di lasciare il condizionatore in standby per l’intero anno perché la spesa complessiva è di oltre 60 euro. Quando il condizionatore non viene utilizzato conviene staccare la spina e spegnere l’interruttore del quadro elettrico.

Apparecchi elettrici in standby

Sapevate che un televisore acceso per tre ore al giorno e lasciato in modalità stand by durante le rimanenti 21 ore consuma circa il 40% dell’energia necessaria al suo funzionamento? Secondo uno studio del Natural Resources Defense Council (NRDC), solo negli Stati Uniti si stima che ogni anno i dispositivi lasciati in standby consumino elettricità per un valore di 19 miliardi di dollari con un rilascio in atmosfera di 44 milioni di tonnellate di anidride carbonica. Spegnendo il tasto “Off” di computer, decoder, stampanti e tutti gli apparecchi elettrici si ha invece un risparmio del 5-10%, che può aumentare se si installano multiprese e si staccano dalla corrente tutti i piccoli elettrodomestici, come sistemi audio (casse e Hi-Fi), caricabatterie, etc.

Il controllo di NED

NED è uno strumento che si collega al quadro elettrico di casa e tramite un’app per smartphone permette di calcolare i kWh consumati dagli elettrodomestici e risparmiare sulla bolletta fino al 20% ogni anno. La media dei consumi complessivi di un appartamento si aggira attorno ai 2700 kWh l’anno, con NED è possibile quantificare i consumi esatti della propria abitazione. Tenere sotto controllo i consumi elettrici significa riuscire a spendere meno. Fino al 24 settembre Midori, una PMI innovativa nata nel 2011, ospitata dapprima all’interno dell’Incubatore I3P del Politecnico di Torino e dal 2018 con sede all’Energy Center del Politecnico di Torino, sarà presente su Mamacrowd, la principale piattaforma di equity crowdfunding in Italia, con l’obiettivo di raccogliere adesioni da parte di investitori privati ed aziende per incrementare le funzionalità dello smart meter NED.