3 Luglio 2021
12:53

5 rifugi per vivere immersi nei più bei Parchi Nazionali d’Italia in un’estate rurale

I dati dimostrano che le vacanze estive di quest’anno saranno rurali e all’insegna dello slow tourism. Sempre più persone desiderano soggiornare in rifugi immersi nella natura a poca distanza dai Parchi Nazionali dove ripercorrere gli antichi tratturi, i sentieri percorsi dai pastori durante la transumanza che oggi diventano itinerari di trekking perfetti per scoprire i piccoli borghi e le tradizioni locali.
A cura di Clara Salzano

Le ultime tendenze delle ricerche per le prossime vacanze attestano che sempre più persone desiderano un estate rurale, in prossimità dei parchi, dove praticare lo Slow tourism. Airbnb ha riscontrato una rinascita della passione per i 25 parchi nazionali presenti sul territorio italiano, con le ricerche per destinazioni nel raggio di 30 minuti di auto dai parchi naturali aumentate circa dell’88% rispetto al 2019. E per supportare la domanda dei viaggiatori e gli appassionati dello slow tourism, Airbnb lancia una campagna per riscoprire gli antichi tratturi, gli antichi sentieri percorsi dai pastori durante la transumanza, che oggi diventano itinerari di trekking perfetti per scoprire i piccoli borghi del Centro e Sud Italia e le tradizioni locali che proprio grazie ai pastori si sono tramandate.

Dal Piemonte alla Puglia, l’estate italiana 2021 è rurale. Airbnb guarda ai Parchi Nazionali e riscopre gli antichi tratturi del Centro e Sud Italia per ripercorrere gli ampi sentieri erbosi percorsi dai pastori durante la transumanza. È così che si può scegliere di soggiornare nel Rifugio del Gran Sasso, una vecchia la stalla per le pecore trasformata in una casa di design in un contesto naturale mozzafiato, dove immergersi in prima persona nei mondi bucolici dell'Abruzzo, provare il trekking accompagnati dagli asinelli nel Parco del Gran Sasso o trascorre una giornata insieme agli alpaca nell’allevamento di Marieke a San Vincenzo- Cerchiara. Chi al turismo lento vuole abbinare la scoperta gastronomica, sostenibile e di qualità, può provare le esperienze Airbnb curate da Slow Food come provare a cucinare la pasta alla chitarra preparata da nonna Amina come si faceva 400 anni fa o imparare la produzione del pecorino un assaggio è d’obbligo, magari accompagnato da olio d’oliva e altri prodotti di loro produzione, tra cui la ricotta biologica, che ha la fama di essere la più buona di tutto l’Abruzzo.

Per chi desidera invece visitare i paesaggi tipici della macchia mediterranea, può soggiornare in un glamping a Levanto, punto di partenza ideale per visitare le Cinque Terre in Liguria., oppure in una villa vista mare nel Parco Nazionale del Circeo. Sempre in Abruzzo, chi vuole vivere immerso nella natura, può soggiornare in una casa sull’albero a Lentella lasciandosi coccolare dai rumori del bosco, oppure optare per un cottage sul fiume con vista mozzafiato situata a pochi passi dal fiume Ruzzo. Infine, per chi sceglie l'estremo Sud, sarà possibile riposare in un tipico trullo in pietra appena restaurato e arredato con oggetti sia vintage che moderni. I Trulli sul Mare sono splendidi esempi di antica architettura rurale della Puglia e sorgono a due passi dal mare adriatico presso Trani.

Estate rurale: 10 mete imperdibili nel Parco Nazionale del Gran Sasso
Estate rurale: 10 mete imperdibili nel Parco Nazionale del Gran Sasso
I rifugi per vivere sulla Luna
I rifugi per vivere sulla Luna
Lumipod, il rifugio circolare per vivere nella natura
Lumipod, il rifugio circolare per vivere nella natura
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni