In un periodo storico così delicato vivere bene i propri spazi domestici sembra essere necessario. Si può scegliere di mettere ordine in casa, di apportare qualche modifica per vivere meglio e un modo per vivere meglio il proprio isolamento forzato è introducendo del verde. È stato infatti dimostrato che inserire alcune piante in casa può ridurre lo stress e rendere più produttivi. Inoltre le piante possono fare bene alla pelle e alla nostra respirazione in casa, ecco perché è un buon motivo in questo periodo aggiungere un po' di verde in casa.

Sono vari i siti che permettono di ricevere direttamente a casa le nuove piante. Basta solo fare la giusta scelta. Se il verde in casa in generale rende un ambiente più sereno e sano, esistono però delle piante che più di altre aiutano a rilassarsi e ad essere produttivi. In questi di quarantena da pandemia globale può aiutare avere il parere di un esperto su quale pianta scegliere per la propria casa:

L'Aloe Vera è una pianta lenitiva per la pelle, purifica l'aria perché assorbe benzene e formaldeide. Non è l'unico beneficio dell'aloe vera perché questa pianta possiede un gel nelle foglie che ha un potere lenitivo e può quindi essere usato sulla pelle in caso di arrossamenti. La Kimberly Queen Fern è un umidificatore naturale che pulisce l'aria da formaldeide, xilene e toluene e risulta quindi perfetta da avere in casa soprattutto nei mesi invernali. La coda di cavallo di palma assorbe anidride carbonica, causa di mal di testa e sonnolenza, e rilascia ossigeno; è dunque perfetta per l'home office, bisogna solo assicurarsi che prenda abbastanza sole per crescere. Ficus elastica riduce la muffa e i batteri fino al 50% ed è quindi perfetta per migliorare l'aria di casa. La Sansevieria Laurentii è stata classificata dalla NASA tra le piante più purificanti; è consigliata soprattutto per la camera da letto perché trasforma l'anidride carbonica in ossigeno. La crassula ovata rimuove dall'aria benzene, formaldeide, toluene e xilene e riesce a crescere anche in casa di un pollice nero perché ha bisogno di pochissime cure ma riesce a purificare gli ambienti in modo eccellente.