Nuotare tra i tetti di Londra sarà presto possibile grazie al progetto dei creativi di Embassy Garden che stanno costruendo la prima piscina "galleggiante" al mondo posta a 35 metri di altezza sospesa tra due edifici. Non c'è altra piscina come questa al mondo. Lunga 25 metri, una volta installata la sky pool renderà lo sviluppo immobiliare di degli Embassy Gardens uno dei luoghi più esclusivi al mondo.

La Sky Pool di Embassy Gardens è in fase di realizzazione. Verrà completata entro il 2020 e sarà la prima piscina trasparente dove nuotare sembrerà come volare. "In una calda giornata estiva del 2013, i nostri team creativi si sono riuniti per discutere dove individuare la piscina all'aperto di Embassy Gardens. Abbiamo deciso che l'unico spazio abbastanza grande era tra gli edifici legacy. Mentre il pensiero si sviluppava, la matita osava di più: la piscina doveva essere una vasca per il cielo, qualcosa di trasparente in modo che i nuotatori potessero vedere il terreno e le persone sotto potessero vedere il cielo.", raccontano gli sviluppatori.

Il progetto della prima piscina galleggiante al mondo, sospesa tra due edifici, ha visto la collaborazione di Hal Currey e Arup Associates, gli architetti che hanno dato vita al piano generale di Sir Terry Farrell per l'area e lo sviluppo. Il team si è messo subito a lavoro per rendere possibile che una struttura acrilica, come quella della piscina trasparente, potesse svilupparsi senza appoggi per una distanza di 14 metri: "Dopo una serie di disegni tecnici e analisi comportamentali, sono state decise le dimensioni della piscina", spiegano gli ingegneri di Arup. La sky pool ha una profondità di 3,2 metri di profondità, i lati della struttura misurano 200 mm di spessore mentre il fondo misura 300 mm di spessore. La piscina potrà reggere un carico di 50 tonnellate. L'accesso alla vasca avviene tramite gradini mentre cinque modalità di illuminazione renderanno magica l'atmosfera in acqua anche di notte.