Sarà capitato a tanti, soprattutto da bambini, di camminare per le strade della città e immaginare di arrivare dall'altro lato di un isolato semplicemente camminando su un edificio e oltrepassandolo, un po' come Spiderman. Non ci sono ragnatele o super poteri per salire sugli edifici progettati dallo studio di architettura britannico Heatherwick eppure il progetto prevede appunto la realizzazione di strutture sinuose su cui si può camminare. Come parte del piano di riqualificazione del quartiere Toranomon-Azabudai di Tokyo, gli edifici progettati da Thomas Heatherwick sono dotati di scale e percorsi che permettono di camminarci sopra.

Il progetto di Heatherwick si intitola "Garden pergolas" perché, come le pergole si incurvano e rendono più piacevole passeggiare, così gli edifici progettati per riqualificare il quartiere Toranomon-Azabudai di Tokyo miglioreranno la vivibilità urbana. Lo studio britannico si è occupato di progettare su un lotto irregolare di circa 20 acri dove sono state inserite anche delle torri residenziali, un parco urbano e dei negozi, oltre ad una piazza di circa 6.000 metri quadrati."Questo concetto ci ha permesso di portare una logica globale in un pezzo di Tokyo di otto ettari, creando allo stesso tempo spazio per strutture come abitazioni, negozi, hotel, centri benessere, una scuola e un tempio all'interno delle sezioni incorniciate dalla griglia", ha spiegato Thomas Heatherwick ad Archdaily.

Il cuore del progetto di Heatherwick è un edificio centrale di 13 piani, destinato a spazi commerciali e caratterizzato da grandi vetrate che illuminano gli interni di luce naturale, dove le persone possono camminare per spostarsi da una parte all'altra dell'isolato. L'edificio ha infatti una copertura curva che arriva fino a terra ed è attraversato da scale e percorsi che consentono alle persone di salire e scendere per raggiungere i vari spazi commerciali interni. L'uso del vetro acquaforte, del legno e delle forme curve consentono all'edificio di inserirsi anche perfettamente nel paesaggio circostante.