Ora che il Natale si avvicina e per molti le Feste significano partire, viaggiare, scoprire, perchè non scegliere una meta anche in base al luogo in cui soggiornare? Per tutti i globetrotter esigenti, che vogliono viaggiare leggeri ma senza rinunciare allo stile e le comodità, a Venezia arriva il Generator Hostel. Con 5200 letti sparsi nelle città di Barcellona, Amburgo, Copenhagen, Berlino, Dublino, Londra il brand Generator ha cambiato il modo di concepire gli ostelli: non più camere spartane, soluzioni economiche, fredde e convenzionali ma prive di ogni appeal, adatte soprattutto ai giovanissimi, bensì strutture di design e arte, attente alla cura dei particolari.

The exterior image of Generator Venice. Photo Jamie Smith.
in foto: The exterior image of Generator Venice. Photo Jamie Smith.

Il Generator Hostel a Venezia, sull'isola della Giudecca, progettato dallo studio canadese The Design Agency, occupa un palazzo del 1855 costruito originariamente come un magazzino per il grano, trasformato poi nel 195 e oggi un ostello di design unico. Nella tranquilla e residenziale isola lagunare, tutte le camere moderne, dalle suite private ai dormitori, regalano viste panoramiche incredibili su Canal Grande, Piazza San Marco e il Palazzo Ducale.

The interior of Generator Venice. Photo Nikolas Koenig
in foto: The interior of Generator Venice. Photo Nikolas Koenig

All'ingresso non ci sarebbe da stupirsi se ci si confonde e si pensa di essere entrati in un hotel di lusso: la storia e il fascino del palazzo storico sono uniti all'artigianato locale e alla cultura moderna, così come al design contemporaneo. Un piccolo esercito di specialisti strutturali, archeologi e restauratori ha portato le colonne in pietra, le travi in legno, le capriate e le grandi scalinate dell'edificio storico al loro splendore originale, fornendo una perfetta comprensione della bellezza degli interni durante il periodo di deposito del grano. Il comfort del 21° secolo non guasta dunque l'integrità dello storico edificio a cui si aggiunge giocosità sinonimo del marchio Generator.
Non mancano ad arredare pezzi di Murano e di design contemporaneo come il Tom Dixon Off cut Flouro feci (ormai una firma Generator), sfere in bronzo, sempre Dixon, sopra il bar, e con la prima installazione di Marcel Wanders ‘New Antique Stool' di Moooi.

The interior of Generator Venice. Photo Nikolas Koenig
in foto: The interior of Generator Venice. Photo Nikolas Koenig

Nel corso del 2014, verranno poi inaugurati nuovi ostelli a Roma e Parigi, prima di concentrarsi sul mercato nordamericano. La filosofia della catena risulta dunque molto evidente in tutte le diverse sedi dei Generator Hostels: location molto centrali, edifici di pregio, design accogliente e d'impatto, spazi comuni raffinati che invitano alla socialità, stanze e camerate semplici ed essenziali ma che conservano prezzi contenuti (dai 12 euro per un letto nei dormitori con bagno ai 25 euro a persona per la camera doppia). Dunque non resta che partire.