C'è una nuova tendenza che cambierà il Natale 2017: l'albero sottosópra. Sarà l'influenza della famosa serie Stranger Things e del suo mondo Sottosópra oppure è la semplice voglia di novità che per queste feste natalizie spazza via gli alberi di Natale dai ceppi e li rovescia a testa in giù. Gli alberi di Natale capovolti sono l'ultima tendenza per le Feste. E per quanto possa essere bizzara questa tendenza si sta diffondendo lentamente in tutto il mondo tanto che sui social è già possibile trovare intere pagine di foto di alberi a testa in giù dietro l'hashtag #upsidedownchristmastree.

Tutto è iniziato alle Galeries Lafayette di Parigi, nel Natale 2014, quando i famosi grandi magazzini parigini hanno messo a testa in giù il proprio iconico albero di Natale, una delle decorazioni più attese e seguite nel mondo. Da lì molti negozi e centri commerciali, da San Francisco a Milano, hanno deciso di rinnovare le proprie decorazioni natalizie con alberi di Natale sottosópra. Il design capovolto dell'albero, se inizialmente poteva far sorridere, col tempo è stato apprezzato tanto che dagli store la tendenza è arrivata anche nelle case delle persone. L'originale albero di Natale sottosópra non solo ha un design innovativo ma consente anche di avere più spazio per i regali alla base perché occupa meno spazio in casa, permette di tenere gli addobbi più delicati dalle mani pericolose dei bambini o dalle grinfie dei cani e gatti curiosi.

L'albero di Natale sottosópra può essere sospeso al soffitto, come un lampadario, con un gancio opportuno che ne garantisca il sostegno del peso. In tal caso bisogna assicurarsi che ci sia un'altezza sufficiente per creare l'effetto rovesciato e consentire la completa visuale dell'albero. Oppure esistono ormai in commercio degli alberi di Natale capovolti con base da terra; in quest'ultimo caso l'albero è identico a quello che si fa normalmente in casa con la sola differenza che la base regge la punta dell'albero che risulta completamente sottosópra. Se si decide di acquistare un albero di Natale a testa in giù consigliamo di decorarlo con un tappeto che ne copra la base così da rendere ancora più convincente la posizione sottosópra. Inoltre, se l'albero di Natale capovolto consente più spazio per i regali a terra, a differenza di quello tradizionale, che ha la base più larga, può risultare più instabile per la particolare forma rovesciata perché la base minore regge un peso maggiore posto in alto. Fare dunque molta attenzione quando si decora il nuovo albero di Natale sottosópra.

Storia dell'Albero di Natale sottosópra

Nonostante si tratti di una tendenza recente quella di decorare per Natale un albero capovolto, l'usanza di appendere gli abeti a testa in giù risale in realtà al Medioevo, quando si toglieva l'albero dal ceppo e lo si capovolgeva per rappresentare la Trinità. La pratica antica è ancora oggi comune in diversi gruppi di origine slava. Ma la tendenza recente di decorare la casa per Natale con un albero sottosópra ha tutt'altro che riferimenti religiosi, anzi per alcuni un albero di Natale rovesciato risulta irrispettoso o sacrilego. L'albero di Natale capovolto è stato invece recentemente introdotto da fantasiosi negozianti che non solo sono riusciti ad introdurre un elemento accattivante all'interno dello store, di sicura presa sul pubblico, ma hanno permesso di liberare la pavimentazione dell'ingombro dell'albero tradizionale a favore dell'esposizione della merce in vendita. La novità ha già fatto ormai il giro del mondo.