Quando tra il 1960 e il 1965 l'ingegnere tedesco Hans Trippel lanciò l'Amphicar, un veicolo anfibio per trasporto persone cabriolet, fece grande scalpore. Un automobile in grado di andare sull'acqua era il sogno di tanti. Oggi l'originale veicolo che si guida sull'acqua viene riproposto in Italia dal giovane Andrea Rotta che, con il progetto Larioland, mira ad attirare nuovi turisti sul Lago di Como e nella zona del Lario. Larioland è la prima attività in Europa che noleggia veicoli anfibi. Immginate di fittare una cabrilet per girare attorno al Lago di Como e con la stessa poter guidare anche sull'acqua: questa è Amphicar.

L'idea di un'Amphicar a noleggio sul Lago di Como si ispira ai Duck Tour di Boston, che permettono di fare il giro della città e sul fiume a bordo di bus turistici anfibi. Il progetto Larioland conciste nel noleggare un'Amphicar vintage sul Lago di Como per permette ai turisti di conoscere meglio la regione del Lario e contemporanemanete le acqua del Lago di Como. L'idea risulta davvero brillante in vista dell'arrivo della stagione estiva. Con il caldo in arrivo poter affittare un automobile e contemporaneamente usarla anche come barca sulle acque del lago può essere una soluzione intelligente per una gita fuori porta. Il varo del progetto avverrà il 18 maggio 2019, in collaborazione con diversi comuni della zona che hanno permesso l'introduzione di diverse passerelle lungo il Lago di Como per accedere nell'acqua.

L'Amphicar non è un'invenzione recente. L'originale auto anfibia fu svelata per la prima volta in un salone automobilistico in Germania nel 1959 e presentata al Nord America alla fiera di New York due anni dopo. Hans Trippel, un ingegnere tedesco che faceva automezzi idraulici dal 1932, costruì il primo esemplare di Amphicar 770 tra il 1960 e il 1965. L'auto è alimentata da un motore a 4 cilindri e 43 cavalli montato posteriormente che guida le ruote posteriori a terra e la propulsione di due elichele eliche gemelle sull'acqua. Le ruote anteriori guidano su strada, acqua o neve. Il fondo completamente piatto e ruote posteriori strette offrono una trazione e un'abilità straordinari. Le portiere sono progettate per l'immersione con un sistema a guarnizione doppia. Nel vano motore c'è anche una pompa di sentina, per asportare l'eventuale acqua entrante. Di Amphicar 770 esistono solo 3.800 esemplari in tutto il mondo. Presto ognuno potrà provarne uno sul Lago di Como.