Se il Salone del Mobile è una prova generale dell’EXPO nell’accoglienza in città di centinaia di visitatori da tutto il mondo, il SaloneSatellite lo è nel tema “Pianeta vita” che caratterizza l'allestimento e le proposte presenti quest'anno in Fiera Rho e che rendono tale manifestazione il luogo più interessante del Salone del Mobile 2015. Diventata maggiorenne, la manifestazione dedicata agli under 35 esibisce un ineccepibile pedigree, premiato lo scorso giugno con il Compasso d’Oro alla carriera, che ha visto transitare in questi 18 anni più di 10.000 giovani, di cui molti ormai designer acclamati a livello globale, oltre a 270 scuole internazionali di design tra le più prestigiose. 700 i giovani designer partecipanti arrivati da tutto il mondo e selezionati da un prestigiosoComitato di Selezione che hanno reso questa edizione del Salone Satellite un fulcro di innovazione, energia e qualità.

La 18esima edizione del SaloneSatellite ha favorevolmente colpito per la qualità, la creatività e l'innovazione delle proposte presentate come lo specchio interattivo Dandelion di Scott Haung Kinetic che reagisce ai movimenti facciali di chi si specchia, o Balance Pendant di Viktor Legin di Studio Copper, la collezione di lampade posizionabili tramite un peso, che assume l’aspetto di una scultura mobile, rispettivamente secondo e terzo posto al Salone Satellite Award 2015. "Potrebbe venire spontaneo terminare questo excursus tra le tendenze che caratterizzano il Salone del Mobile 2015 citando Expo 2015, che aprirà i battenti a dieci giorni dalla conclusione del Salone stesso, e il suo tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, invece ci pare più pertinente ricordare “All the World’s Futures”, tema scelto da Okwui Enwezor per la Biennale di Venezia 2015", si legge sul comunicato stampa del Salone del Mobile 2015. "Tutti i futuri del mondo non è in fondo altro che l’argomento principe trattato a Milano durante il Salone del Mobile. L’evento capace di raccontare tutte le storie possibili sul futuro del design nel mondo".