La casa di Tim Burton non poteva che essere gotica, fantascientifica quella Ridley Scott, la casa di Fellini assomiglierebbe ad un circo, quella di David Lynch avrebbe inevitabilmente tende rosse, la casa di Kubrick è totalmente simmetrica e quella di Emir Kusturica non poteva che essere una casa nomade. O almeno così le immagina l'illustratore ed architetto Federico Babina che nella sua serie di immagini "Archidirector" fantastica come sarebbero le case se fossero disegnate dai più grandi registi cinematografici di tutti i tempi.

“Il regista è l’architetto del cinema”, sostiene infatti Federico Babina. E così, studiando i caratteri tipici dei più famosi registi, l'artista ha immaginato case di materiali, forme e colori che maggiormente potrebbero rispecchiare lo stile di ogni autore. Tutte le case sembrano dunque scaturire direttamente dalla personalità dei vari registi. E voi che siete amanti del cinema, cosa ne pensate?