Fotografia: Robert Walsh
in foto: Fotografia: Robert Walsh

A sole due ore da Sydney e Canberra sorge la Kangaroo Valley, che come tante altre riserve naturali australiane in queso periodo è stata minacciata dagli incendi ma dove per fortuna sembra che il pericolo sia ormai lontano. La zona è uno dei luoghi naturali più belli della zona meridionale dell'Australia con i suoi ricchi pascoli verdi, le magnifiche insenature e i fiumi insieme alla lussureggiante foresta pluviale. La varietà di flora e fauna autoctone, nessun semaforo, una comunità amichevole e una vasta gamma di attività all'aperto rendono la Kangaroo Valley il luogo perfetto da visitare, passeggiare, dove soggiornare e giocare. Di recente c'è anche un motivo in più per visitare la valle e si tratta del Kangaroo Valley Outhouse, un bagno dove ci si sente completamente immersi dalla natura ma senza essere visti.

Kangaroo Valley Outhouse è il bagno di un piccolo cottage per pernottamenti, disponibili nella valle. "L'idea era quella di separare il bagno dalla cabina e imitare l'esperienza del campeggio", spiega l'architetto Madeleine Blanchfield che l'ha progettato. Il bagno/dependance si trova ai piedi di una collina, a circa 30 metri dalla struttura dove è possibile soggiornare, e vi si accede attraverso un sentiero attraverso un paesaggio naturale rigoglioso. Il bagno è completamente immerso e mimetizzato nella natura perché rivestito da una superficie riflettente. Kangaroo Valley Outhouse è un cubo a specchio elevato sopra il terreno esistente e immerso nella vegetazione, dove ci si può dedicare a sé stessi stando completamente immersi nella natura ma senza rinunciare alla propria privacy. La struttura è dotata anche di un lato vetrato che è posizionato in modo che nessuno riesca a guardare all'interno.

Durante il giorno il Kangaroo Valley Outhouse scompare completamente. Il cubo a specchio riflette il paesaggio lussureggiante e solo le linee sottili dei bordi del cubo sono visivamente leggibili. E se all'esterno il bagno è riflettente e si mimetizza nel paesaggio, dall'interno la vista è a 360° sul contesto. In bagno le pareti sono infatti tutte in vetro e non vi è alcun impedimento alla vista del paesaggio circostante. Immerso nella Kangaroo Valley, nel Nuovo Galles del Sud, il bagno di Madeleine Blanchfield Architects è unico al mondo e l'esperienza che offre è davvero spettacolare. All'interno la struttura è fornita di tutti i sanitari e di una vasca in stile retrò che permette un bagno con vista a 360° sul paesaggio. L'originale bagno può essere anche facilmente rimosso, in modo da non avere un impatto duraturo sull'ambiente naturale, il progetto utilizza tecnologie sostenibili, tra cui ventilazione naturale, illuminazione a energia solare e riciclaggio di acque grigie /fosse settiche. Di notte lo specchio diventa parzialmente trasparente anche dall'esterno e il cubo diventa un faro luminoso nel percorso che conduce alla propria stanza.