Chi colleziona auto d'epoca nell'immaginario comune è qualcuno che restaura in modo maniacale un veicolo per riportarlo al suo splendore originario. Ma Michael Fröhlich, un'ex pilota di Dusseldorf, in Germania, ha un concetto di collezionismo d'epoca differente: è sua l'idea di creare un cimitero di auto d'epoca abbandonate nel mezzo della sua tenuta della Neanderthal tedesca. Michael Fröhlich a Dusseldorf ha una concessionaria di auto ma proprio di fronte alla sua attività ha un a grande tenuta immersa del verde dove cinquanta auto d'epoca sono state volutamente schiantate contro alberi, parcheggiate sulle pareti rocciose del giardino e lasciate arrugginire nel fango. Fröhlich chiama la sua tenuta Auto Skulpturenpark o Car Sculpture Park e rappresenta una vera e propria fortuna.

Nell'Auto Skulpturenpark si trovano una Jaguar XK120 del valore di 170.000 dollari, una Porsche 356 e una Buick del valore di 17.000 dollari. Uno dei pezzi più interessanti della collezione di Michael Fröhlich è una Rolls Royce, usata a "Buckingham Palace", dove volutamente è stata sostituita la B con un F e con una replica della Regina Elisabetta al volante. Tutte queste auto d'epoca però non sono tenuto in perfetto stato ma sono state parcheggiate nel giardino di proprietà Fröhlich come se si trattasse di un vecchio cantiere di demolizione. La zona dove si trova l'Auto Skulpturenpark, nel centro del Neanderthal tedesco, è anche un'area storicamente importante in Germania: qui sono stati ritrovati resti umani di 600.000 anni per cui il terreno è un grande museo archeologico a cielo aperto.

Le vetture sono varie e con targhe da Rio, Svezia, Austria, California, Australia. C'è una Holden del 1950 di cui Fröhlich dice: "Ero ansioso di trovare una macchina australiana e mi sono ricordato di un vecchio compagno di quando ero studente che si era trasferito in Australia. Così gli ho telefonato e gli ho chiesto di trovare una macchina australiana del 1950 ". Una Morris Minor è stata volutamente schiantata contro un albero. Camminando attraverso l'Auto Skulpturenpark si scopre una fila di Fiat Topolino e un Fuldamobil, che sembrano essere stati stati parcheggiati qui con porte e tetto sfondato per più di venti anni. La Porsche 356 ha ancora i numeri di gara sulle sue porte e la Jaguar XK120 è stata usata dall'ex pilota tedesco per vincere una corsa. E mentre la maggior parte delle vetture sono state acquistate in uno stato già degradato, vi è un'eccezione: una Buick Special che uno studente americano aveva accuratamente restaurato in modo eccellente e che Michael Fröhlich ha comprato, parcheggiato e guardato marcire. Oggi però il suo Auto Skulpturenpark è il cimitero di auto abbandonate più prezioso del mondo.