Al termine dell’incontro di oggi, a Roma, con il Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, il Presidente Barack Obama ha annunciato la firma del contratto di partecipazione degli Stati Uniti d'America a Expo Milano 2015. Con l’adesione degli USA sale a 147 il numero dei Partecipanti Ufficiali all’evento.

USA Pavillion
in foto: USA Pavillion

Il Padiglione Americano – American Food 2.0 – sarà un granaio dalla struttura leggera e accogliente, che invita i visitatori a intraprendere un viaggio nel mondo della sostenibilità alimentare. Questo è il concept alla base del Padiglione degli Stati Uniti d’America che la cordata “Friends of the U.S. Pavilion” ha elaborato per Expo Milano 2015. Il progetto American Food 2.0: Sustainable, Innovative, Healthful, Entrepreneurial and Delicious (Cibo Americano 2.0: sostenibile, innovativo, salutare, imprenditoriale e delizioso) lavorerà per rappresentare i cinque valori fondamentali del mondo della cucina americana.

American Food 2.0
in foto: American Food 2.0

American Food 2.0 intende essere un Padiglione giovane e globale. Per questo motivo saranno messe in campo le tecnologie più moderne e gli strumenti di comunicazione più all’avanguardia: i visitatori saranno coinvolti in un percorso ‘dal campo alla tavola' in cui installazioni video e giardini verticali e sul tetto – in rappresentanza dei 50 Stati americani e della Casa Bianca – guideranno alla scoperta del ricco mosaico culturale, scientifico e culinario che compone gli Stati Uniti d’America. L’obiettivo è raccontare la storia dell’agricoltura e dell’alimentazione “Made in USA”, attraverso gli elementi di innovazione introdotti nella produzione e nella distribuzione degli alimenti e presentare gli importanti contributi forniti fino ad oggi per vincere in modo responsabile e sostenibile le più delicate sfide che l’umanità si trova ad affrontare.

USA Pavillion
in foto: USA Pavillion

Il progetto risponderà dunque a due delle principali sfide con cui si confronta quotidianamente la popolazione mondiale: la sicurezza alimentare e la promozione di stili di vita salutari, argomenti su cui l’Amministrazione Obama ha mostrato negli anni grande sensibilità. Diversità e responsabilità saranno inoltre i pilastri su cui poggerà la presenza degli Stati Uniti d’America in Expo Milano 2015. Alla base l’idea che il cibo sia un linguaggio universale e che il futuro dell’alimentazione dipenda dalla capacità politica, diplomatica, sociale e tecnologica di risolvere in modo creativo i problemi legati alla nutrizione a livello mondiale.