"L'arte può essere un ottimo canale per trasmettere valori di conservazione dell'ambiente e aumentare la coscienza dell'importanza di preservare il patrimonio naturale.", è da questa premessa che ha preso origine l'idea del collettivo di arte pubblica spagnola BOA MISTURA che ha dipinto oltre 52 barche di pescatori nella baia di Manzanillo della Repubblica Dominicana per preservare la biodiversità marina. La baia di Manzanillo si trova nella provincia di Montecristi, a nord-est del paese, proprio al confine con Haiti. È un'enclave naturale unica caratterizzata dal più grande ecosistema di zone umide di estensione della Repubblica Dominicana.

"Proprio accanto all'Oceano Atlantico e al fiume Masacre, alla fine della provincia, troviamo Pepillo Salcedo. È una comunità molto piccola, la cui ricchezza in biodiversità rende la pesca l'economia principale della città.", raccontano gli artisti di BOA MISTURA. "Ed è proprio lì, ai margini della mangrovia, il punto chiamato Estero Balsa, in una zona davvero precaria. Quello è il piccolo molo locale, dove sono ancorate tutte le vecchie barche, in attesa che i pescatori escano e peschino durante la notte.". Per proteggere questo paesaggio da sogno Boa Mistura ha colorato le barche dei colori del pesce pappagallo, o "Cotorro" che si nutre del corallo ricoperto di alghe, mantenendolo privo di parassiti. Una volta digerito, l'animalo espelle il corallo come sabbia bianca, che caratterizza le spiagge caraibiche. "Un singolo pesce pappagallo può produrre fino a 100 kg di sabbia all'anno.", specificano gli artisti. Con oltre 80 sottospecie, i pesci pappagallo vivono tutti insieme nelle barriere coralline e possono misurare da 50 a 100 cm. La loro caratteristica peculiare è la pelle colorata, con una vasta gamma di sfumature, a seconda della specie. Nonostante la pesca del pesce pappagallo sia illegale, molti piccoli villaggi ne fanno la base della loro economia. È per questo che è essenziale proteggerli e preservare il loro ecosistema marino. Se non viene fermata la pesca del pesce pappagallo aumenterebbero le aghe sugli scogli, causando l'immediata morte del corallo e scomparirebbe la sabbia bianca delle spiagge caraibiche, causando l'estinzione di un paradiso terreste così come lo conosciamo.