Il nuovo edificio Axel Springer a Berlino, progettato dallo studio di architettura OMA fondato da Rem Koolhaas, è stato ufficialmente inaugurato. Dopo quattro anni l'inizio della costruzione, il nuovo edificio a forma di cubo di vetro va ad aggiungersi all'Axel-Springer Campus, il complesso di spazi presso la sede dell'azienda di media e tecnologia. Il nuovo edificio Axel Springer offre 52.000 metri quadrati di spazio di lavoro per oltre 3.000 dipendenti e si caratterizza per la sua architettura aperta e trasparente.

Il nuovo edificio Axel Springer nel campus dell'azienda a Berlino è un enorme cubo di vetro. Il nuovo blocco di uffici è dotato di un atrio centrale che si apre agli edifici Springer esistenti, un nuovo centro del campus di Springer. Il progetto è strutturato attorno a una serie di piani terrazzati che insieme formano una valle digitale. Ogni piano contiene una parte coperta come un ambiente di lavoro tradizionale, che viene poi scoperta sui terrazzi. A metà dell'edificio, la valle si specchia per generare un baldacchino tridimensionale. Rem Koolhaas, architetto e fondatore dell'Office for Metropolitan Architecture (OMA): “Paradossalmente, l'attuale pandemia e la contemporanea accelerazione digitale, dimostrano la necessità di spazi concepiti per l'interazione degli esseri umani. Nel tipico edificio per uffici, un visitatore entra e poi scompare. Non è chiaro cosa succede all'interno. Nel nuovo edificio Axel Springer, le persone e la loro interazione sono l'essenza. L'edificio Springer è uno strumento per l'ulteriore sviluppo di un'azienda in perpetuo movimento. Offre ai suoi utenti una base fisica – un'ampia varietà di condizioni spaziali, da intime a monumentali – in contrasto con la piattezza del lavoro nello spazio virtuale".

Il nuovo quartier generale Axel Springer è il simbolo del passaggio dalla stampa ai media digitali del noto gruppo editoriale tedesco. “Volevamo che il nuovo edificio fosse un simbolo e un acceleratore della nostra trasformazione." ha dichiarato Mathias Döpfner, CEO di Axel Springer SE, "Molto prima del coronavirus, la missione era trovare una nuova risposta alla domanda sul perché gli spazi per uffici siano ancora necessari nell'era digitale. Rem Koolhaas ha fornito una risposta spettacolare. Spazi aperti e multifunzionali che consentono la massima flessibilità di utilizzo. Architettura d'avanguardia come polo d'incontro e di comunicazione. L'edificio come un concentrato di creatività ". La piattaforma di shopping e confronto idealo, le redazioni di WELT Print e WELT Digital, WELT TV, Media Impact e vari dipartimenti centrali di Axel Springer, sono tra le realtà presenti nel nuovo edificio. L'atrio, i ponti e le terrazze tra i vari piani sono pensati per promuovere le connessioni tra le sezioni e gli incontri fisici nell'era digitale. Il pubblico può vivere l'edificio su tre livelli: hall al piano terra, meeting bridge e bar sul tetto. Il meeting bridge è una piattaforma panoramica dalla quale i visitatori possono testimoniare il funzionamento quotidiano dell'azienda e come si evolve. Il piano terra è aperto alla città e contiene studi, spazi per eventi e mostre, mense e ristoranti.