BIG ha svelato i piani per la fabbrica più sostenibile al mondo. Si tratta di Plus e sarà il nuovo quartier generale di Vestre, nascosto nel cuore della foresta norvegese. Pensato come un villaggio per una comunità dedicata a una produzione più pulita e rispettosa in termini di emissioni di carbonio, Plus si sviluppa su una superficie di 6.500 m2 che diventa parco pubblico di 300 acri per escursioni e campeggio, affermandosi come punto di riferimento della regione tesa a creare un'industria manifatturiera verde.

1.200 pannelli solari sul tetto, scambiatori di calore, robot intelligenti, camion a guida autonoma e altre tecnologie ad alta efficienza energetica servono a garantire almeno il 50% in meno di emissioni di gas serra rispetto a fabbriche simili. Il progetto di BIG mira a diventare una destinazione globale per la ricerca sostenibile e la produzione ad alta efficienza. La fabbrica di mobili Vestre sarà la più sostenibile al mondo. Immersa nella foresta norvegese tra la sede centrale di Vestre a Oslo, la nuova fabbrica, come suggerisce il nome, ha un design a forma di + con le quattro ali che ospitano le principali sale di produzione, il magazzino, la fabbrica dei colori, la fabbrica del legno e l'assemblaggio. All'interno, in un cortile centrale aperto, c'è persino un'arra espositiva per le nuove collezioni di mobili.

I materiali scelti sono tutti eco-compatibili e il sistema scelto riesce a far risparmiare fino al 90% in meno di emissioni di anidride carbonica rispetto ad un comune impianto delle stesse dimensioni. Plus sembra un campus nel bosco dove i visitatori e lavoratori sono incoraggiati a vivere una serie di escursioni attorno alla fabbrica per finire sul tetto verde della struttura diventato un campus nel bosco dove non solo si produce ma si vive lo spazio anche oltre il lavoro.