Tutti siamo cresciuti in città dove le cabine telefoniche erano un elemento fondamentale per comunicare con amici e parenti, vicini e lontani. Difficilmente troverete, specialmente nelle generazioni precedenti, fino ai nati negli anni '80, qualcuno che non abbia mai usato un telefono pubblico per risolvere un problema urgente o per parlare con chi si ama lontano da orecchie indiscrete. Oggi le cabine telefoniche, con la diffusione dei telefoni mobili, stanno diventando sempre più rari fino quasi a risultare dei meri arredi urbani.

Le cabine telefoniche CTB in Brasile

In Brasile, dove dal 1920 le cabine telefoniche hanno avuto una propria storia di costume, design ed arredo importante, si fatica a mandar in pensione questi elementi che hanno accompagnato la vita di molti. Nel 1970 l'architetto Chu Ming Silveira, a capo dell'Engenharia de Prédios da CTB, iniziò un progetto di innovazione della cabina telefonica ideando un ovale sotto fibra di vetro attaccato ad un supporto in metallo, che si rivelò la forma migliore per l'acustica e le esigenze della società. Inoltre, il progetto di Chu Ming Silveira riuscì a mantenere la semplicità e la comodità di altre cabine telefoniche, senza costi ulteriori ma adattandosi meglio, con la forma ad uovo, al clima tropicale del Brasile, tanto che fu installato in tutto il paese. Oggi si contano più di 52000 cabine telefoniche CTB nelle maggiori città brasiliane, diventate icone d'arredo urbano.

La Call Parade

Oggi quale è il destino delle cabine telefoniche? Elementi un tempo fondamentali per rafforzare le relazioni personali e professionali, rendendo la vita del cittadino più comoda, oggi tendono a diventare obsolete. Ma nel 2012 San Paolo ha organizzato un tributo alla cabina telefonica senza precedenti, specialmente per la CTB inventata da Chu Ming Silveira. Questo evento celebrativo è stato chiamato Call Parade, e ha visto 100 artisti di talento intervenire su alcune cabine telefoniche della città trasformandole in vere opere d'arte. Quest'anno, dopo il successo della prima edizione a San Paolo e di quella a Campinas nel 2013, San Paolo ospita di nuovo la Call Parade ma questa volta chiamando 25 artisti e 15 ospiti, nominati da una giuria, ad esprimersi su un tema definito in onore della squadra brasiliana di calcio nazionale che darà un tocco di giallo-verde al paesaggio urbano della città. Le cabine telefoniche realizzate durante la Call Parade saranno in mostra fino a fine agosto in Avenida Paulista, la principale strada di San Paolo, e in alcune comunità al di fuori della regione centrale, dando la possibilità a tutti di partecipare a questo importante evento di democratizzazione dell'arte.