A new York c'è una nuova attrazione che sta conquistando la città: è il Brooklyn Bridge Park, situato sul lungofiume di Brooklyn sotto il ponte, di fronte alla punta meridionale di Manhattan, un piccolo gioiello di parco che offre una vista mozzafiato sullo skyline della città. Qui i visitatori si fermano e guardano i luoghi da cartolina della Grande Mela stando seduti sui gradini del parco o facendo un picnic sul prato. Il Brooklyn Bridge Park è un parco che ha rivitalizzato 2,1 km di waterfront post-industriale di Brooklyn, da Atlantic Avenue a sud, sotto la Brooklyn Heights Promenade e passato il ponte di Brooklyn, a Jay Street a nord del ponte di Manhattan. Dove un tempo c'era un'area di scambi commerciale oggi sorgono una spiaggia, colline di sabbia, impianti sportivi e giardini tropicali.

L'area dove sorge il Brooklyn Bridge Park è un luogo storico per New York perché è il luogo del primo sbarco dei traghetti di Brooklyn, inaugurato nel 1642. Nel 1984, poco dopo aver chiuso le operazioni di nave da carico su questo tratto di costa, l'Autorità Portuale decise di vendere i moli vacanti per lo sviluppo commerciale. In risposta a questi piani, l'associazione no-profit gli Amici di Fulton Ferry Landing concepirono l'idea del Brooklyn Bridge Park. Il Brooklyn Bridge Park non è come gli altri parchi della città. Esiste solo grazie ad un modello pubblico-privato ibrido e ad un accordo tra lo stato e la città che richiede che il parco sia finanziato dallo sviluppo privato. Per iniziare la prima fase di costruzione, lo Stato di New York, New York City e l'Autorità Portuale di New York e New Jersey, hanno contribuito con 360 milioni dollari di finanziamenti per realizzare un parco nell'area ex industriale. Ma per assicurare che il parco fosse fiscalmente sostenibile nel corso degli anni, l'associazione mandataria ha garantito che la manutenzione e le operazioni del parco fossero tenute ad essere economicamente autosufficienti, finanziate attraverso i ricavi dello sviluppo commerciale e residenziale all'interno del sito.

Il parco, progettato dallo studio di architettura del paesaggio Michael van Valkenburgh Associates Inc., è diviso in undici sezioni, ognuna di queste sezioni ha caratteristiche topografie uniche, impianti, servizi, strutture culturali e installazioni. Pier 1 è stata la prima sezione del parco inaugurato nel marzo 2010. Il molo è grande ed è l'unico del Brooklyn Bridge Park costruito su una discarica. Oggi l'area comprende due prati paesaggistici che si affacciano sul Ponte di Brooklyn e New York Harbor, un parco giochi, un arena di granito e varie strutture di servizi alla comunità. In programma si prevede di aprire entro il 2015 un hotel di 200 camere, 159 unità abitative, così come ristoranti e altri spazi pubblici-privati. Le altre sezioni del parco comprendono campetti da calcio, beach volley, basket, piste ciclabili. Integrati nel parco sono la storica Fulton Ferry Landing, dove attraccarono i primi traghetti, il preesistente Empire-Fulton Ferry e il Main Street Parks. Confinante con il parco sono l'Empire Stores e il Tobacco Warehouse, due edifici dell'epoca della Guerra Civile che hanno svolto una parte integrante nelle grandi attività di trasporto marittimo che un tempo dominavano questa parte del lungomare di Brooklyn. Se avete dunque in mente un prossimo viaggio a New York, ecco una tappa obbligata da inserire nel vostro tour.