25 Gennaio 2017
15:53

Bruxelles, l’ex area industriale diventa un eco-villaggio dove chiunque vorrebbe vivere

Cascate di piante esotiche, foreste verticali ed energie rinnovabili sono solo alcune delle caratteristiche del nuovo eco villaggio di Bruxelles che potrebbe sorgere al posto di una ex-zona industriale della città.
A cura di Clara Salzano

Vincent Callebaut è un maestro dell'architettura sostenibile. Con il suo nuovo progetto ha immaginato un modo possibile di trasformare una zona industriale di Bruxelles, lo storico Tour & Taxis, in un eco villaggio per residenze ed uffici dove si tornerà a praticare l'agricoltura nel centro della città e dove le energie rinnovabili aiuteranno a migliorare il Pianeta. Il futuristico eco-villaggio sarà un luogo che qualsiasi giovane professionista vorrebbe chiamare casa.

Come ex sito industriale, Tour & Taxis, è il simbolo del periodo d'oro dell'industrializzazione in Belgio. Attualmente l'area ormai dismessa è oggetto di un progetto di rinnovamento. L'architetto Vincent Callebaut ha proposto di trasformare la zona industriale in un eco-villaggio ad uso misto sulla base dei principi della progettazione biomimetica. Il nuovo eco-villaggio sorgerà lungo il canale di Bruxelles, e produrrà più energia di quella necessaria per il fabbisogno dell'area. Progettazione passiva, energia rinnovabile eolica ed energia solare, saranno i tre punti principali su cui si fonderà il quartiere. Le proiezioni ad alta efficienza energetica di Callebaut prevedono un'area sostenibile dove è piacevole stare, lavorare, vivere e giocare.

L'eco-villaggio sarà articolato attorno a tre assi di progettazione: rivitalizzazione del patrimonio costruito, comunità sostenibili e utilizzo dell'acqua. Mentre gran parte dei paesi in via di sviluppo riscrivono il futuro partendo da una tabula rasa, le città europee devono affrontare la sfida di trasformare il loro patrimonio costruito per vivere. Così il progetto di Vincent Callebaut a Bruxelles si concentra sulla "metamorfosi" dell'esistente Gare Maritime in 50.000 metri quadrati di spazio ad uso misto composto di attività professionali (uffici, laboratori, etc.), attività di vendita al dettaglio ( mercati, showroom, negozi, fablabs, ecc) e servizi pubblici. Di fronte alla Stazione Marittima, il progetto prevede la creazione ecocompatibile di tre "foreste verticali" residenziali per un totale di 85.000 metri quadrati; e la realizzazione di un ampio stagno delimitato da una piscina naturale che collega il parco Tour & Taxis al canale di Bruxelles. I giardini verticali delle residenze trasformano la precedente zona umida in un giardino paradisiaco dove chiunque vorrebbe trasferirsi.

L'ex birrificio di Vienna diventa un hotel fatto di paglia
L'ex birrificio di Vienna diventa un hotel fatto di paglia
L'ex carcere diventa un hotel di lusso sensazionale dove si dorme nelle celle dei detenuti
L'ex carcere diventa un hotel di lusso sensazionale dove si dorme nelle celle dei detenuti
L'ex parcheggio alla periferia di Milano diventa una piazza d'arte aperta a tutti
L'ex parcheggio alla periferia di Milano diventa una piazza d'arte aperta a tutti
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni