Stiamo vivendo in un periodo storico di grandi cambiamenti in cui anche gli ultimi cambiamenti climatici e l'emergenza sanitaria globale ci fanno riflette sui migliori modelli economici e umani da adottare. La vecchia realtà va cambiata e rallentare i tempi, fermarsi a riflettere, trovare alternative possibili, sembra essere diventata una necessità. Leslie Lok e Sasa Zivkovic dello studio di architettura HANNAH hanno realizzato una piccola casa a Itaca, New York, utilizzando il legno di scarto perché tutto si può e si deve riutilizzare e riciclare. La struttura, chiamata Cabina di cenere, è stata creata usando la stampante 3D perché i nuovi metodi di produzione possono aiutare a rendere utile ciò che pensiamo sia rifiuto.

"Implementando la tecnologia di scansione 3D ad alta precisione e la fabbricazione basata su robot, HANNAH trasforma il "legno di scarto" infestato da smeraldo-cenere-borer in un materiale da costruzione ampiamente disponibile, economico e sostenibile.", spiegano gli architetti Leslie Lok e Sasa Zivkovic, fondatori dello studio, "Da zero, le tecnologie di progettazione e fabbricazione digitali sono intrinseche alla realizzazione di questo prototipo architettonico, facilitando fondamentalmente nuovi metodi materiali, articolazioni tettoniche e forme di costruzione". HANNAH è uno studio di architettura che lavora a diversi livelli, dall'arredamento all'urbanistica, e nel progetto della Cabina di cenere ha dimostrato che un altro modo e mondo è possibile.

Per costruire la cabina Ashen HANNAH ha utilizzato il legno di alberi di frassino che erano stati danneggiati da una specie di scarabeo invasivo. L'Emerald Ash Borer è infatti un insetto molto temuto per i boschi di frassini d'America perché scava all'interno della corteccia per deporre le uova e i legni degli alberi risultano talmente danneggiati da non poter essere usati neppure in segheria. Un frassino su dieci nello stato di New York ne è colpito. Utilizzando metodi innovativi, HANNAH è riuscita a riutilizzare il legno degli alberi danneggiati e, unendo il materiale a calcestruzzo stampato in 3D, con l'ausilio di un braccio meccanico appositamente progettato, si è riusciti a creare la Cabina Ashen. Nonostante la particolare forma, gli interni sono comodi e accoglienti.