Immersa nella riserva della biosfera di Sian Ka'an, vicino a Tulum, Casa Bautista è una villa di lusso sostenibile nella giungla messicana sul Mar dei Caraibi. Il progetto firmato dallo studio di architettura messicano Productora, è una dimora panoramica alimentata ad energia solare ed eolica che offre ai suoi ospiti una vista mozzafiato della natura messicana.


Casa Bautista è costruita in cemento di colore blu organico,
che reagisce in base alla sua esposizione al sole e alla sua posizione nella casa, creando una varietà di tinte che vanno dal blu del mare al rosa del tramonto. La villa sembra una pietra preziosa nella giungla messicana. All'interno si fa uso massiccio del legno naturale. Il progetto è sviluppato in uno stretto lotto di fronte al mare nella biosfera di Sian Ka'an, a Quintana Roo. La casa è autosufficiente da un punto di vista energetico grazie ad impianti che sfruttano l'energia solare ed eolica. "Elevando la casa su alcune colonne a forma di croce, abbiamo un impatto il meno possibile sull'ambiente e generiamo viste dall'alto sulla duna che separa la terra dal mare", spiegano gli architetti.

La villa si sviluppa su tre livelli, collegati tramite una scala a chiocciola: al piano terra si trovano tutti gli ambienti della zona giorno con una grande terrazza sul tetto con piscina e una sala da pranzo all'aperto con vista sul Mar dei Caraibi, sulla giungla e sulla laguna, e della zona notte. Vicino alla stanza principale, c'è una singolare torretta che viene usata come spazio per il lavoro o la meditazione ed è il livello più alto. Il livello intermedio è costituito invece da un piano aperto fatto di ampie terrazze e pergole in legno che ampliano gli spazi interni, li protegge dal sole e garantiscono la ventilazione interna. "Queste terrazze hanno un meccanismo pieghevole che protegge la casa in caso di uragani:", spiega Productora, "sollevando e abbassando questi elementi pesanti contro la facciata, la residenza aperta e trasparente si trasforma in una robusta scatola chiusa".