L'architetto Jorge Ramón Giacometti ha progettato la "Casa de los Aguacates" attorno al suo giardino di di alberi di avocado, guava e frutti della passione. Proprio gli alberi di avocado sono stati l'elemento cardine della progettazione. Riciclo, artigianato, anonimato, autocostruzione sono stati i principi che hanno guidato la ristrutturazione: "La proposta di riforma si avvicina con elementare chiarezza costruttiva e senza pretese architettoniche o sofisticazioni tecnologiche, alla trasformazione metamorfica di una casa di campagna.", spiega Jorge Ramón Giacometti, "Questa opzione di progetto architettonico e di costruzione, e la sottile attenzione al rapporto di ciò che si costruisce con il territorio, sembrano evocare i valori genuini dell'architettura popolare: riciclaggio, artigianato, anonimato e autocostruzione, tutti elementi che devono essere recuperato oggi nella pratica dell'architettura".

"Casa de los Aguacates" sta per "casa degli avocado". La sua ristrutturazione si basa sull'apertura del volume preesistente al patio e al giardino di avocado. "Abbiamo sviluppato un sistema costruttivo, che ci ha permesso di risolvere questo nuovo compito di orientamento e illuminazione e rinforzare contemporaneamente la struttura preesistente.", racconta l'architetto, "Questo nuovo sistema è composto da telai in legno posti tra le vecchie colonne di eucalipto e sopra un nuovo basamento in cemento. Pertanto, prima abbiamo rimosso con cura i muri di mattoni tra le colonne. Questi nuovi telai in legno risolvono la porta d'ingresso e anche la ventilazione. Oltre a questo, abbiamo riempito con mattoni vecchie aperture, ricostruiamo impianti, struttura rinforzata, pavimenti, scale e altri lavori di manutenzione. L'intervento ha una superficie di circa 300 mq e un costo di 200 $ al mq. Tutto è realizzato artigianalmente con materiali ottenuti nei dintorni".