Potete dire addio alle romantiche panchine da parco stile film Notthing Film con Jiluia Roberts e Hugh Grant. Presto le tradizionali panchine di legno o di ferro saranno solo un ricordo delle nostre città. Da un brevetto tutto Made in Italy del Politecnico di Milano arriva la prima panchina 2.0, una seduta intelligente provvista non solo di prese elettriche e wifi, che nel mondo moderno rappresentano l'abc del vivere urbano, ma dotata di sensori per la pioggia, sistema sos, di antifurto e antivandalismo, antibatterica e antinquinamento, ma anche resistente, leggera e visibile al buio.

La panchina del futuro non è solo tecnologia e funzionale, ma, nata per la modernità, non poteva non rispondere ad uno dei temi chiave della nostra società: l'ecologia. La panchina 2.0 è ovviamente riciclabile. La panchina intelligente è realizzata in materiali compositi e avanzati presi dall'aeronautica da un gruppo di designer ed ingegneri del Politecnico di Milano. Rivestita di tessuto di fibre di carbonio con un corpo di centrale in carbonio a vista, la panchina 2.0 in caso di pioggia spegne tutte le sue fonti di corrente mantenendo attivo solo il servizio SOS h24 che verrò gestito da una centrale operativa con comunicazioni vocali bidirezionali, dimostrandosi una seduta totalmente sicura. Grazie poi alla resina che assorbe la luce del sole, con cui sono trattati i profili della panchina, la seduta del Polimi si illumina di notte. La panchina 2.0 è inoltre facile da installare grazie alla sua flessibilità di design: basta un unico addetto al montaggio e assemblaggio per essere inserita in qualsiasi tipo di ambiente, interno ed esterno, come parchi, aeroporti, stazioni e centri commerciali. Così un tradizionale elemento d'arredo urbano, diventa un oggetto tecnologico ed intelligente per rispondere alle esigenze della società contemporanea.