281 CONDIVISIONI
22 Luglio 2015
10:47

Ecco come far entrare un’intera città in un solo grattacielo

Vertical City è il progetto per una torre alveare in grado di ospitare 25000 abitanti in qualsiasi parte del mondo.
A cura di Clara Salzano
281 CONDIVISIONI

Sempre più spesso si sente parlare di come sarà la città del futuro e con l'aumento demografico previsto in contemporanea della diminuzione di terreni disponibili per costruire, iniziare a fare progetti su futuri possibili sembra necessario. Così si immaginano città che conquistano i mari o gli abissi, che creano terre artificiali e si sviluppano in altezza, ma l'architetto Luca Curci ha presentato il progetto per una città verticale che può essere installata in qualsiasi parte del mondo, raggiungibile via mare, terra o aria.

Vertical City è un'interpretazione di città contemporanea, che ospita fino a 25000 abitanti in un unico edifico a torre. "Il progetto congiunge sostenibilità e densità abitativa, puntando a costruire un edificio-città ad impatto energetico zero… una struttura permeabile, aperta, dotata di spazi verdi a tutte le altezze, con luce ed aria naturali, in modo da consentire un nuovo stile di vita legato al benessere degli abitanti, al loro rapporto diretto con gli elementi della natura, ripensando il concetto di aggregazione e collettività dell’abitazione, tipico delle città", spiega l'architetto italiano. Il progetto si basa sulla ripetizione di un modulo base prefabbricato aggregabile in orizzontale e in verticale. L’edificio-città è completamente traforato, permettendo il passaggio di aria e luce a tutti i piani ed ospitando spazi verdi e giardini verticali. Le fondazioni subacquee del grattacielo diventano il luogo per ospitare oltre a parcheggi e spazi tecnici, anche servizi per l’intero edificio, come spa, centri meditazione e rilassamento, palestre e luxury hotel, le cui stanze hanno diretta vista sottomarina. Le residenze previste hanno diverse dimensioni per ogni piano, dai monolocali alle ville con giardino. Il grattacielo è raggiungibile via mare grazie a moli esterni, per le barche più grandi, e moli interni, per le imbarcazioni più piccole; via terra attraverso un ponte semisommerso, pedonale, carrabile e dotato di trasporti pubblici elettrici per collegare la terraferma direttamente al basamento subacqueo; via aerea tramite un eliporto connesso alla piazza-giardino superiore ed agli impianti di collegamento verticale. Benvenuti nel futuro possibile.

281 CONDIVISIONI
Come saranno le città del futuro? Ecco cosa prevedono gli esperti
Come saranno le città del futuro? Ecco cosa prevedono gli esperti
Milano segreta: guardare il cielo dalle corti più belle della città
Milano segreta: guardare il cielo dalle corti più belle della città
Milano segreta: guardare il cielo dalle corti più belle della città
Milano segreta: guardare il cielo dalle corti più belle della città
4.389 di Design Fanpage
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni