Che siano di legno o di ferro, di plastica o di stoffa, le grucce sono il miglior modo per tenere in ordine l'armadio. Facili da usare, da acquistare e da riutilizzare, le grucce sono sicuramente lo strumento più sfruttato nell'armadio per sistemare i propri vestiti ma soprattutto per non farli maltrattare. Anche quando si va in viaggio una delle prime cose che si fa quando si disfa una valigia è mettere un abito, una camicia o una giacca sulla gruccia perché, ammettiamolo, è una delle più geniali invenzioni che siano mai state fatte. Sembra sia stato addirittura Thomas Jefferson, presidente degli Stati Uniti d'America, ad inventare nel XIX secolo il prototipo del gancio di legno per vestiti. E sicuramente le grucce sono un accessorio irrinunciabile per stoccare vestiti. Ma quando si rompono, dato il loro basso costo e l'enorme offerta, siamo soliti buttar vie le vecchie grucce mentre sono tante le idee per riciclarle in modo creativo.

Che siano rotte o semplicemente troppe in casa, le vecchie grucce possono essere riutilizzati in tanti modi originali. Quando infatti si fa il cambio di stagione in casa o si torna dalla lavanderia capita sempre di trovarsi un numero spropositato di grucce che proprio non si sa come utilizzare. A volte capita invece che una gruccia si rompa e così viene naturale pensare di gettarla via. Ma anche quando una gruccia perde la sua funzione di stoccaggio, può essere riciclata in qualcosa di utile e creativo per la vostra casa: appesa ad un tubo le grucce possono diventare un innovativo portariviste di design; piegate nel modo giusto si possono trasformare in una mensola porta libri; in un numero minimo di otto, le grucce in legno, quelle con qualche solco laterale, possono essere incastrate a formare uno scolapiatti; i più abili possono ricavare degli incredibili lampadari di design; oppure possono essere semplicemente sovrapposte per creare incredibili paresti divisorie. Insomma tante idee per riutilizzare le grucce rotte o in esubero: i limiti del riciclo sono posti solo dalla vostra creatività.